in ,

Carnevale 2019: quando inizia, quando finisce, tutte le date da sapere

Si avvicina il periodo più colorato e festoso dell’anno e molte città italiane si apprestano a festeggiare il Carnevale 2019. Tra carri allegorici, sfilate e feste in maschera le strade principali di capoluoghi e province si trasformano in un tripudio di colori ed energia. Coriandoli colorati e musiche filodiffuse tingono vie e piazze stagliandosi anche nei cieli più grigi di questo febbraio 2019 mentre nell’aria si diffonde il profumo di chiacchiere e zeppole, tipici e immancabili dolci di questo periodo. Sebbene ogni regione o città abbia il proprio calendario carnevalesco, esistono delle date ufficiali di apertura e chiusura del Carnevale 2019. E mentre l’elegantissimo Carnevale di Venezia ha già dato inizio ai festeggiamenti con la consueta sfilata tra i canali cittadini seguito dalla famosissima parata di carri Viareggina, in molti attendono ancora il via formale della manifestazione.

Carnevale 2019: date ufficiali in tutta Italia

Il Carnevale 2019 apre ufficialmente i battenti il 28 febbraio 2019 con il cosiddetto giovedì grasso, seguito dalla domenica clou, che cade il 3 marzo. Proprio in questa giornata hanno luogo le sfilate di carri allegorici nelle città italiane famose per l’abilità dei costruttori, che a partire dalla cartapesta realizzano dei veri e propri teatri viaggianti. Tra i più celebri, ricordiamo Putignano, Viareggio, Acireale e Ivrea oltre al già citato Carnevale di Venezia. I festeggiamenti si concludono, poi, con il martedì grasso, 5 marzo 2019, che anticipa il Mercoledì delle Ceneri, giorno di inizio della Quaresima.

Carnevale 2019: da dove arriva la tradizione

Il Carnevale, secondo il calendario cristiano, inizia subito dopo l’Epifania ed è calcolato in base alla Pasqua, che determina il periodo di inizio della Quaresima. I ‘quaranta giorni prima della Pasqua’ coinciderebbero dunque con la fine del Carnevale. Pertanto il giovedì e martedì grasso, sarebbero gli ultimi prima dell’inizio della Quaresima e si chiamerebbero ‘grassi’ proprio perché sarebbero gli ultimi giorni in cui è possibile mangiare carne, dolci e tutto ciò che non è considerato ‘magro’, prima di iniziare la dieta della Quaresima. Lo stesso nome Carnevale ricorderebbe questo concetto: carne + vale, dove vale sta per addio in latino, quindi addio alla carne.

Leggi anche —> Perché i pacchetti di patatine sono mezzi vuoti? Il motivo vi stupirà

Arresti domiciliari per i genitori di Matteo Renzi: «Se non avessi fatto politica, la mia famiglia non sarebbe stata sommersa dal fango!»

“Uomini e donne”, Gianni Sperti nuovi dettagli sulla segnalazione di Gian Battista e Claire