in

Carta d’identità elettronica: dove farla e a cosa serve

Con un approvazione giunta grazie al decreto del 23 dicembre 2015 firmato dal ministro del Ministero dell’Interno Alfano, il ministro Madia della PA, e il ministro dell’Economia Padoan, sarà possibile entrare in possesso di una carta d’identità elettronica.

Per ricevere la carta d’identità elettronica è necessario recarsi all’anagrafe del proprio Comune o, nel caso degli stranieri, al Consolato. Potrà essere consegnata alle persone che fanno richiesta del documento per la prima volta e a tutti i soggetti che la richiederanno previa istanza. Nello specifico, ci sono quattro motivazioni previste per fare richiesta della carta d’identità elettronica: deterioramento, rinnovo, furto o smarrimento.

Il tempo di consegna è di sei giorni. Il formato del nuovo documento è molto simile a una carta di credito ed è possibile indicare se si è donatori di organi. Sarà dotata di microchip e all’interno saranno contenute tutte le informazioni personali dell’utente, più uno spazio per le impronte digitali. In futuro sarà possibile anche pagare bollette, ticket sanitari, multe e bollo dell’auto. Si può infine fare richiesta attraverso il portale Cieonline e il costo è pari a 25,42 euro.

Photo Credit: Kenny/Shutterstock.com

Riforma pensioni 2016 Ape Opzione Donna Esodati e Ottava salvaguardia

Riforma pensioni 2016 ultime novità: lavoratori precoci e donne, soluzioni nel 2016

Ricette dolci

Ricette dolci Detto Fatto: Mirco della Vecchia fra carbone e monete di cioccolata per l’Epifania 2016