in

Casa da comprare? I tassi dei mutui scendono, in arrivo buone notizie

Incredibile, la buona notizia di oggi riguarda i mutui: potrebbe diventare un po’ più facile comprare casa. È il Corriere della Sera, sulla base dei dati forniti dal sito mutuionline, a diffondere la notizia che le rate richieste dagli istituti bancari hanno raggiunto i minimi storici: il tasso fisso si è abbassato al 4,10%, quello variabile del 2,4%. Una fase di bonaccia, per così dire, che non è detto che perduri, ma che tuttavia fa ben sperare chi è alle prese con il temibile acquisto immobiliare.

mutui riduzione tassi 2014

L’esempio che offre il portale è calcolato su un mutuo a vent’anni del valore di 120 mila euro. Chi ha optato per il tasso fisso, avrà visto una (quasi) costante diminuzione della rata (con la sola eccezione di marzo 2014), passata dagli 853 euro del febbraio 2012 ai 734 euro di settembre 2014. E chi, invece, ha preferito un tasso variabile? In questo caso dai 740 euro si è passati ai 630 euro.

Tra le motivazioni del crollo dei tassi, la diminuzione dello spread richiesto dalle banche che si somma all’abbassamento dei valori dei parametri (ovvero Eurirs per il tasso fisso ed Euribor per il variabile).

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

Maradona in campo

Maradona ubriaco: rissa in Croazia

Alberto Stasi nuovo test Dna

Garlasco, nuovo test Dna per Stasi: atteso confronto con materiale genetico trovato sotto unghie Chiara