in ,

Casalinghe disperate o perfette? Consigli utili e pratici

Avete deciso di andare ad abitare fuori casa, di trasferirvi per un periodo di tempo circoscritto, di provare la convivenza o avete sentito che era giunta l’ora di lasciare il tetto di mamma e papà per ritagliarvi i vostri spazi personali, ma non sapete minimamente da dove cominciare per riuscire a gestire una casa, come mamma, nonna, bisnonna e tutte le zie e prozie hanno sempre fatto, pur avendo anche un lavoro? Vi sentite più casalinghe disperate che perfette? Ecco alcuni consigli utili e pratici, partendo dall’idea che chi fa per sé e per gli altri, stia sempre lavorando (anche quando i compensi economici non arrivano).

1 – Prima di tutto, respirate: sembra banale, ma se si guarda la propria casa ancora da arredare e si pensa con molta fantasia a tutto ciò che potrebbe diventare, il sorriso compare subito; 2 – Fare un passo alla volta: nessuno “nasce imparato“, se non sapete fare una lavatrice oggi, imparerete a farla domani, se stirare una camicia vi fa venire l’ansia, partite dalle t-shirt, o provate a scambiare favori e saperi. Siete brave con i pagamenti delle tasse, mentre la vostra vicina fa fatica a trovare lucidità, ma è maestra di camicie perfette, proponete uno scambio: è utile, pratico e gratuito.

3 – Non disperatevi ai fornelli: non sapete cucinare e presto avrete degli invitati a casa, nessuno vi ha chiesto di preparare un soufflè al cioccolato, partite dai piatti più semplici e metteteci un pizzico di vostro, potrete presentarli come una nuova ricetta, che al palato degli ‘ospiti giudici’ sarà sempre nuova; 4 – Fate un patto con l’armadio da subito: siate consapevoli delle sue dimensioni e non impazzite se i vostri vestiti non ci staranno tutti, troverete un nuovo spazio per loro…

Photo Credit: ipag / Shutterstock

bele rodriguez instagram

Belen Rodriguez nuda su Insatgram: lo sfottò di Linus fa impazzire i fan

diete-dimagranti-da-evitare

Dieta del gruppo sanguigno funziona? Perché evitarla