in ,

Casella Genova, palazzina a fuoco: famiglia si lancia nel vuoto, tutti gravissimi

Una notte terribile a Casella, a Genova, dove un rogo è divampato alle 3 in un appartamento di via Mandelli, come riporta il Secolo XIX. In casa c’erano madre, padre e figlio di otto anni. La famiglia, per sfuggire alle fiamme, si è gettata dalla finestra.  L’uomo e il bambino sono in condizioni disperate, in coma, uno all’ospedale San Martino e uno al Gaslini, con fratture e traumi vari. La donna, invece, è ricoverata con ustioni al Villa Scassi di Sampierdarena.

Tragedia in Sudafrica: muoiono 40 bambini

 

Ancora ignote le cause che hanno provocato le fiamme. Viste le rigide temperature di questi giorni, però, è possibile che la famiglia abbia acceso l’impianto di riscaldamento e che un malfunzionamento dello stesso abbia provocato l’incendio. A lanciare l’allarme è stata la signora che,  pochi minuti prima, aveva chiesto aiuto ai vigili del fuoco con una telefonata: “Correte, qui brucia tutto.” Quando i pompieri sono giunti sul posto, l’edificio, di due piani e con un bar al pianterreno, è crollato rischiando di travolgere i vigili del fuoco che sono riusciti a mettersi in salvo scappando solo poco prima del cedimento della casa.

Le ultime notizie di cronaca con UrbanPost

Sembra che la madre, dopo aver dato l’allarme al telefono con i vigili del fuoco, abbia provato a calarsi dalla finestra con una corda, portando con sé il piccolo, poi caduto nella discesa. Il padre, successivamente, si sarebbe letteralmente lanciato nel vuoto per mettersi in salvo.

 

Michele Scarponi morto, ciclista dell’Astana investito da un camion

Lele Mora Madre

Lele Mora news: morta la mamma dell’imprenditore