in ,

Caso Bozzoli: la moglie amministrerà la fonderia insieme al cognato Adelio

Il tribunale civile di Brescia ha nominato la signora Irene Zubani, moglie di Mario Bozzoli, l’imprenditore bresciano 50enne scomparso nel nulla dalla sua fonderia di Marcheno la sera dell’8 ottobre scorso, curatrice del patrimonio del marito.

La signora Bozzoli amministrerà dunque il 50% delle quote societarie della fonderia di via Gitti a Marcheno, che il coniuge gestiva con il co-proprietario e fratello, Adelio, ed i figli di quest’ultimo, nonché suoi nipoti, Alex e Giacomo Bozzoli.

>>> leggi tutto sul giallo di Marcheno

I due giovani di 30 e 36 anni sono indagati per l’omicidio dello zio, sospettati di avere ordito con la complicità di due operai dell’azienda (Abu e Oscar Maggi, anch’essi indagati con le medesime accuse) una diabolica trappola ai danni dell’imprenditore, secondo la Procura ucciso e poi gettato in uno dei forni della fonderia. Ancora non sarebbe stata definita la data dell’interrogatorio dei due fratelli, audizione dalla quale gli inquirenti si aspettano possano emergere nuovi dettagli utili alle indagini.

In attesa che la Procura renda possibile il dissequestro dell’azienda, le scorie prelevate dai forni sulle quali sta compiendo accertamenti l’anatomopatologa, Cristina Cattaneo, vengono trasferite nei capannoni di un’azienda nel Milanese, al fine di consentire la riapertura dei locali della fonderia e ripristinare le attività di produzione e scongiurare così l’annunciato default dell’azienda.

sorteggi ATP Montecarlo Tennis

Tennis, ATP Auckland: Fognini eliminato da Tsonga

Carnevale 2015 Cento date ed eventi

Carnevale Cento 2016: date, programma e biglietti, tra spettacolo e balli brasiliani