in ,

Caso Bozzoli, morte Ghirardini: messaggi anonimi e ipotesi omicidio più forte

Due mesi fa esatti, l’8 ottobre 2015, spariva senza lasciare alcuna traccia di sé, Mario Bozzoli, imprenditore bresciano di 50 anni titolare insieme al fratello Adelio e ai figli di quest’ultimo, Alex e Giacomo, della fonderia di ottone “Bozzoli” srl, sita in via Gitti a Marcheno, in provincia di Brescia. Dopo due mesi di indagini incessanti – si indaga per omicidio e distruzione di cadavere – gli inquirenti coadiuvati da una squadra di esperti non hanno ancora trovato alcun indizio utile a comprovare ciò che temono: le eventuali prove che il corpo dell’imprenditore sia stato gettato e carbonizzato all’interno di una delle fornaci della sua azienda.

A complicare il giallo la scomparsa (il 14 ottobre) dell’operaio di Bozzoli, Beppe Ghirardini, trovato senza vita il 18 ottobre in località Ponte di Legno, a 100 km da Marcheno. La Procura indaga per induzione al suicidio ma l’avvocato Marino Colosio, che rappresenta la ex moglie dell’operaio morto, rigetta con forza siffatta ipotesi. Sappiamo infatti che Ghirardini è stato avvelenato da una fiala di cianuro larga 4 cm, ma non si avrebbe ancora certezza se abbia ingerito quell’esca velenosa spontaneamente o se qualcuno lo abbia costretto a farlo.

L’avvocato Colosio, interpellato ieri pomeriggio dalla trasmissione La vita in diretta, ha ribadito che la larghezza della trachea dell’uomo e le dimensioni della bacca farebbero escludere che Ghirardini possa averla inghiottita. Non solo, il legale – pur non sbottonandosi e cercando di mantenere il riserbo sulle indagini – ha chiaramente parlato di numerosi messaggi anonimi (“mi scrivono consigli, suggeriscono piste investigative, forniscono dettagli sulla vicenda …”) giunti alla sua casella di posta elettronica, i quali avrebbero fornito utili e concreti elementi che farebbero ipotizzare che Beppe Ghirardini sia stato ucciso.

Dipendenza da film a luci rosse

Rebecca: la visione di un film spinto da piccola ha svegliato pulsioni distruttive e dipendenza

juventus calciomercato news

Calciomercato Juventus News: Rugani resta, non bastano i 20 milioni del Napoli