in ,

Caso Bozzoli, morte Giuseppe Ghirardini: non è una bacca quella nel suo stomaco

Benché se ne avrà conferma ufficiale non prima dell’inizio della prossima settimana, già nelle ultime ore è stata diffusa dagli organi di stampa e tv un’indiscrezione molto importante circa la natura del corpo estraneo rinvenuto nello stomaco di Giuseppe Ghirardini: la ‘capsula’ di 4 cm che domani 12 novembre sarà analizzata e sottoposta ad accertamenti irripetibili nel laboratorio del Ris di Parma non sarebbe una bacca.

Con molta probabilità, stando a quando riportato dal sito Giornale di Brescia, trattasi invece di una capsula di natura artificiale e domani l’arcano potrebbe essere finalmente risolto. Gli inquirenti sono alla ricerca di tracce di avvelenamento nel corpo dell’operaio della fonderia Bozzoli srl morto in circostanze misteriose il 14 ottobre scorso, pochi giorni dopo la scomparsa del suo titolare, Mario Bozzoli.

Quella presunta ‘bacca’ “di naturale ha poco”, avrebbero anticipato gli investigatori, in attesa che gli esami scientifici diano risposte certe almeno ad alcuni degli interrogativi legati a questo doppio, intricato, giallo e rivelino se tra la scomparsa dell’imprenditore e la morte dell’operaio ci sia un nesso.

beautiful katie logan

Beautiful, Katie Logan: “Nella soap il mio cuore cede, ma io sto bene grazie allo yoga”

olio extravergine di oliva

Olio extravergine di oliva: come difendersi dalle truffe