in ,

Caso Bozzoli news, nuova testimonianza: “Qualcuno soffocò fumata anomala”

Il Corriere della sera pubblica un’indiscrezione che se confermata getterebbe ulteriore sospetti sulla fumata anomala che la sera dell’8 ottobre scorso fece attivare i sistemi d’allarme della fonderia Bozzoli.

“Giuseppe Ghirardini mi disse che la sera della scomparsa di Mario Bozzoli, in fonderia era uscita una fumata anomala: per soffocarla hanno gettato del materiale all’interno dei forni”, a parlare è Nicola Loda, cacciatore bresciano amico di Ghirardini, l’operaio della Bozzoli morto in circostanze misteriose, che partecipò insieme a lui ad una battuta di caccia lo scorso 11 ottobre, a soli 3 giorni dalla sparizione dell’imprenditore titolare della fonderia di via Gitti a Marcheno, nel Bresciano.

Un’indiscrezione che aggiunge un altro tassello all’intricatissimo giallo per il quale gli inquirenti indagano senza sosta da più di 20 giorni e che ad oggi sembra essere lungi dalla risoluzione. Certo è che la testimonianza del cacciatore alimenta l’ipotesi investigativa battuta dalla Procura, ovvero che il mistero della scomparsa di Bozzoli sia strettamente legato alle fornaci della sua azienda e a ciò che avrebbe visto o sentito quella sera Ghiarardini, l’addetto ai forni, che l’8 ottobre avrebbe dovuto finire il turno di lavoro alle 22 ma invece si trattenne in fonderia fino alle 23.30. Perché?

ricette la prova del cuoco

La prova del cuoco ricette della salute: farfalle con verdure di Marco Bianchi

Roma Bayer Leverkusen

Roma Bayer Leverkusen: ora diretta tv, streaming gratis Champions League