in ,

Caso Bozzoli news, parla l’amico dell’operaio morto: “Non si è suicidato”

“Vengo qui a parlare perché incaricato dalle sorelle di Beppe. Sono molto amico di Giacomina, e noi tutti non crediamo minimamente all’ipotesi del suicidio. Beppe era una persona solarissima, aveva tanti progetti, stava programmando l’arrivo del figlio dal Brasile …”.

A parlare ieri ai microfoni di Pomeriggio 5 è stato Roberto, amico stretto di Giuseppe Ghirardini, l’operaio della fonderia Bozzoli srl sparito pochi giorni dopo la scomparsa del titolare, Mario Bozzoli, e trovato senza vita a Ponte di Legno, in località Case di Viso, a 100 km da Marcheno, dove abitava.

Beppe Ghirardini è deceduto per avvelenamento da cianuro, ed ora gli inquirenti dovranno appurare se si sia trattato di suicidio o se qualcuno abbia costretto l’operaio 50enne a togliersi la vita perché a conoscenza di verità scottanti inerenti la misteriosa sparizione del suo datore di lavoro.

Il signor Roberto ha confermato la notizia della “fumata anomala” in fonderia la sera dell’8 ottobre, quando Bozzoli scomparve: “Beppe era uscito fuori dall’azienda per buttare delle scorie, al suo rientro si accorse di questa fiammata strana, a causa della quale fu costretto a stare un’ora e mezza in più al lavoro …”. Non solo, Roberto ha poi confermato che i messaggi inviati a Ghirardini su WhatsApp dalla ex moglie, furono letti, come confermato dalla doppia spunta blu, da qualcuno quando molto probabilmente l’operaio era già morto.

Pensioni 2017 riscatto gratuito della laurea e bonus donne

Riforma pensioni 2016 ultime novità: Opzione donna, esodati, prepensionamenti, calcolo contributivo e precoci, confronto tra Cesare Damiano e Tito Boeri

giallo ylenia carini

Pomeriggio 5 anticipazioni puntata 18 novembre: Ylenia Carrisi, svolta nelle indagini