in ,

Caso Bozzoli news: uno degli indagati si informò su temperature fusione titanio

Saranno interrogate domani, martedì 22 dicembre, le quattro persone indagate nell’ambito delle indagini sul caso della scomparsa dell’imprenditore bresciano, Mario Bozzoli. I due nipoti di Bozzoli, Alex e Giacomo Bozzoli, figli di Adelio, e i due dipendenti della fonderia di Marcheno, Oscar Maggi e il senegalese Abu, sono tutti accusati di concorso volontario in omicidio e distruzione di cadavere.

Intanto emergono indiscrezioni sulle indagini, secondo le quali Giacomo Bozzoli avrebbe manifestato a terze persone il proposito di uccidere lo zio, con il quale al lavoro i rapporti pare fossero molto tesi: “Prima o poi ammazzo lo zio”, avrebbe detto il 36enne.

Non solo, molti sospetti gli inquirenti li avrebbero nei confronti di Oscar Maggi, un dei due operai indagati, che nei giorni successivi alla scomparsa del suo titolare si sarebbe informato con qualcuno circa le temperature di fusione del titanio (“Semplice curiosità”, avrebbe dichiarato l’indagato per giustificare il suo interesse per siffatte informazioni) e, sempre dopo l’8 ottobre, avrebbe avuto una notevole ed insolita” disponibilità di denaro la cui provenienza è ora al vaglio degli investigatori.

Proprio dalle fornaci della ditta Bozzoli potrebbe arrivare la soluzione del giallo di Marcheno: la Procura di Brescia, infatti, è convinta che Mario Bozzoli sia stato ucciso e gettato in uno dei forni della fonderia, e l’eventuale traccia della sua protesi dentaria in titanio nelle scorie dei forni, da circa due mesi al vaglio della anatomopatologa Cristina Cattaneo, potrebbe confermare la tragica pista investigativa.

Pellegrini Chelsea allenatore

Chelsea, Manuel Pellegrini in panchina da giugno?

francis scott fitzgerald, francis scott fitzgerald il grande gatsby, francis scott fitzgerald libri,

Francis Scott Fitzgerald moriva 75 anni fa: continua il suo successo tra libri e cinema