in ,

Caso Bozzoli: risolto il giallo della Punto bianca, ecco a chi appartiene

In attesa che anche Alex e Giacomo Bozzoli – indagati insieme a Maggi e Abu, dipendenti della fonderia Bozzoli – siano interrogati nell’ambito dell’inchiesta sul presunto omicidio dell’imprenditore bresciano Mario Bozzoli, scomparso dalla sua azienda la sera dell’8 ottobre, sembra essere stato risolto il così detto “giallo della Punto bianca”.

Apparterrebbe ad una donna residente nei pressi della fonderia, sita in via Gitti a Marcheno, la vettura ripresa dalle telecamere mentre transitava ripetutamente, dalle 19.15 alle 20.06, nella rotatoria a pochi metri dalla fabbrica dei Bozzoli, proprio nei minuti in cui secondo la Procura di Brescia l’imprenditore veniva ucciso e fatto sparire dentro uno dei forni della fabbrica. La donna in questione non sarebbe in alcun modo legata alla vicenda, lo avrebbero appurato gli inquirenti, secondo quando scritto oggi da Il Giornale di Brescia.

Vengono dunque smentite le parole di Roberto, amico della famiglia Ghirardini, che in diretta tv aveva sostenuto che la Punto bianca in questione apparterrebbe ad un commercialista cliente della fonderia Bozzoli. La verità sul mistero della fonderia di Marcheno potrebbe dunque arrivare solo dalle scorie dei forni recuperate dagli investigatori, e sotto analisi da oltre 2 mesi: si cercano frammenti ossei e residui della protesi dentaria in titanio di Mario Bozzoli, uniche prove certe che potrebbero suffragare la pista investigativa della Procura.

giallo ad Arquata Scrivia

Perugia: donna 55enne trovata morta in casa, sul corpo ferite sospette

anna moroni ricette

Ricette Anna Moroni a La prova del cuoco: corona imperiale