in ,

Caso Bozzoli ultime notizie: trovate tracce dell’imprenditore nelle scorie dei forni

Clamorosa indiscrezione in merito alle indagini relative alla misteriosa sparizione dell’imprenditore 50enne Mario Bozzoli, di cui si persero le tracce alle 19 dell’8 ottobre scorso, mentre si trovava all’interno della azienda a conduzione familiare, la fonderia Bozzoli srl di Marcheno.

A darne notizia è il settimanale Giallo: nelle scorie dei forni dell’azienda, da mesi al vaglio della anatomopatologa Cristina Cattaneo e della sua équipe, sarebbero state rinvenute tracce nel Dna dell’uomo che, come ipotizzato dalla magistratura inquirente, quella sera sarebbe stato ucciso e gettato in una delle fornaci della fabbrica.

Se la notizia venisse confermata dagli inquirenti, ci troveremmo finalmente di fronte alla tanto attesa svolta del giallo di Marcheno. A pochi giorni dalla sparizione di Mario Bozzoli, lo ricordiamo, scomparve anche uno dei suoi operai, Giuseppe Ghirardini, deceduto in circostanze finora mai chiarite per avvelenamento da cianuro. Per gli inquirenti i due decessi sarebbero strettamente legati ma al momento dalle indagini non sarebbe emerso alcun elemento oggettivo che possa corroborare siffatta ipotesi investigativa.

>>> LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI SUL CASO BOZZOLI

Per la morte di Mario Bozzoli sono indagati con l’accusa di omicidio volontario e distruzione di cadavere i suoi due nipoti nonché consoci, Alex e Giacomo Bozzoli, e due operai della fonderia, Oscar Maggi e il senegalese Akwasi Aboagye, detto Abu. I quattro indiziati si sono dichiarati innocenti ed estranei alle accuse.

giornata mondiale contro la violenza sulle donne, violenza donne giornata, violenza donne associazioni, violenza donne cosa fare,

Violenza sulle donne: in Italia oltre 6 milioni hanno subito violenze, tutti i numeri di un olocausto

50 sfumature di nero

50 Sfumature di nero, Jamie Dornan e Dakota Johnson: amore in macchina? Le ultime notizie