in ,

Caso Charlie Gard news, genitori rinunciano a cure in Usa: “Non c’è più tempo”

Caso Charlie Gard news, i genitori rinunciano al tentativo di una cura sperimentale negli stati Uniti, la notizia è di poco fa.

>>> Caso Charlie Gard news, concessa cittadinanza americana: potrà curarsi negli Usa? <<<

I genitori del bimbo inglese di 11 mesi affetto da una gravissima malattia degenerativa, hanno annunciato di voler rinunciare al trasferimento del figlio in Usa per sottoporlo alle cure sperimentali. A renderlo noto il loro avvocato, Grant Armstong, nell’udienza di oggi all’Alta Corte di Londra, aggiungendo inoltre che secondo la coppia “per il piccolo è troppo tardi, il danno è stato fatto”.

Il papà di Charlie, affranto, ha dichiarato che il piccolo “non vedrà il suo primo compleanno”, che è tra meno di due settimane. Laconico il legale nel riferire al giudice che il neurologo statunitense Michio Hirano che ha visitato il piccolo, ha detto di non volerlo più sottoporre alla terapia sperimentale a nucleosidi, in quanto dalla nuova risonanza magnetica cui Charlie è stato sottoposto la scorsa settimana sarebbero emersi “danni irreversibili” al cervello: “Il peggior incubo dei genitori è stato confermato. Adesso è troppo tardi per curare Charlie”, ha detto Armstrong.

Seguici sul nostro canale Telegram

eclissi solare totale 21 agosto

Eclissi solare totale 21 agosto 2017: gli Stati Uniti tra turismo e marketing “spietato”

Trading online: è sicuro?