in ,

Caso Claps: riaperte le indagini sulla morte di Anna Esposito, forse uccisa

Arriva quasi insperata una svolta per quanto riguarda le indagini sulla morte di Anna Esposito, la dirigente della Digos della Questura di Potenza che all’epoca della morte indagava sulla misteriosa scomparsa della sedicenne Elisa Claps. La donna, 35 anni, venne trovata strangolata con una cintura, stretta intorno alla maniglia del bagno, il 12 marzo 2001, all’interno della sua stanza nella caserma Zaccagnino della Polizia di Stato, a Potenza.

Il caso all’epoca fu archiviato come suicidio, pur mancando un movente chiaro e non essendoci alcuna lettera che palesasse questo intento. Quest’oggi la Procura della Repubblica di Potenza, in seguito al rinvenimento di nuove prove, ha riaperto il caso di Anna Esposito: adesso l’ipotesi è di omicidio e non più di suicidio. Due le piste: una porta ad alcune rivelazioni sul delitto Claps, l’altra porta alla pista passionale. Iscritta una persona nel registro degli indagati.

canalis matrimonio belen

Matrimonio Canalis, dopo il bikini: le foto mai viste della cerimonia

Google: smartphone low cost e YouTube offline