in ,

Caso Elena Ceste, Michele Buoninconti scrive una lettera dal carcere: ecco le sue parole

Il processo d’Appello a carico di Michele Buoninconti inizierà a gennaio. Il vigile del fuoco condannato in primo grado con rito abbreviato a 30 anni di carcere per l’omicidio della moglie, Elena Ceste, grida la sua innocenza dal carcere.

Michele Buoninconti ha sempre sostenuto che la moglie la mattina del 24 gennaio 2014 uscì di casa nuda e in preda ad una sorta di delirio, scaturito da una lite avuta con lui nella notte appena trascorsa. La sua difesa – contrariamente a quanto sostenuto dalla sentenza di condanna – ribadisce che Elena Ceste sarebbe morta per cause accidentale: il decesso per assideramento dopo una caduta nel canale del rio Mersa (dove fu ritrovata il 18 ottobre dello stesso anno). Caduta in un punto più alto da quello in cui fu ritrovata, e ivi trascinata dalle forti piogge verificatesi all’epoca dei fatti.

I legali di Buoninconti (che hanno smentito di avere mai chiesto la riesumazione della salma di Elena Ceste) in Appello chiederanno al giudice nuove perizie super partes che possano meglio chiarire le cause del decesso della 37enne, sulla scorta di quanto emerso dalle perizie tecniche effettuate dai loro consulenti, che avrebbero messo in luce dettagli trascurati da chi effettuò l’autopsia sui resti di Elena Ceste: la importante frattura dell’osso coccige mai evidenziata prima, che a detta della difesa potrebbe corroborare la tesi della caduta accidentale nel rio Mersa.

Leggi anche: Caso Elena Ceste, nuova autopsia: il particolare che potrebbe scagionare Michele Buoninconti

Michele Buoninconti dunque si prepara al processo d’Appello, convinto di poter dimostrare la sua innocenza. Oggi a Mattino 5 Federica Panicucci ha letto uno stralcio di una delle tante lettere scritte dal vigile del fuoco all’amico, presente in studio: “Prima la condanna e poi il carcere e non viceversa. Ti condannano da innocente e poi per non far figuracce ti dipingono come un mostro. Non ho paura della verità, possono togliermi tutto ma non mi toglieranno mai la mia onestà”. Un Michele Buoninconti fiducioso, dunque, fermamente convinto di potere dimostrare la sua innocenza.

Quarto Grado anticipazioni stasera: Veronica Panarello accusa ancora il suocero

gigi buffon addio al calcio

Buffon: ‘In Italia si scansano, in Europa no’, tutto falso: la smentita della Juventus