in ,

Caso Elena Ceste, Michele Buoninconti torna in aula: il 18 gennaio al via processo d’Appello

Si riaccendono i riflettori sul caso Elena Ceste: il prossimo mercoledì 18 gennaio, infatti, inizierà il processo d’Appello a Michele Buoninconti, condannato in primo grado con rito abbreviato a 30 anni di carcere perché giudicato responsabile dell’omicidio della moglie, avvenuto la mattina del 24 gennaio 2014.

Lo scopo della difesa del vigile del fuoco sarà quello di dimostrare in aula che Elena Ceste non è stata vittima di omicidio, e che la sua sarebbe stata una morte accidentale avvenuta a causa di un delirio psicotico che l’affliggeva da diversi giorni, per via di suoi presunti tradimenti di cui il marito era venuto a conoscenza, e che la mattina in cui è deceduta l’avrebbe portata ad uscire di casa nuda, e cadere accidentalmente nel canale del Rio Mersa (a pochi chilometri dalla sua casa, a Costigliole d’Asti), dove, priva di sensi sarebbe morta assiderata.

La Procura come sappiamo non la pensa così, tant’è che sulla scorta di una serie di elementi indiziari e prove logiche, impugnando i tabulati telefonici colloca l’imputato in prossimità del luogo dell’occultamento del corpo proprio pochi minuti dopo il delitto. Tra tutte, c’è una telefonata che per la pubblica accusa inchioderebbe Buoninconti: quella fatta alle ore 9:09 del 24 gennaio 2014 al cellulare della moglie, che aggancia la cella del canale del Rio Mersa (dove i resti di Elena furono rinvenuti, il 18 ottobre dello stesso anno).

>>> CASO ELENA CESTE IL FOCUS DI URBANPOST LEGGI <<<

Quella chiamata, invece, per i difensori di Buoninconti scagionerebbe il loro assistito. A Quarto Grado è stato spiegato il perché: durante quella telefonata, infatti, il cellulare dell’uomo aggancerebbe non una ma due celle telefoniche: prima la numero 674, nella zona di Castagnola delle Lanze, e poi la numero 417 a Govone; due luoghi talmente distanti (a circa 11 km l’uno dall’altro) da rendere impossibile la ricostruzione secondo cui Buoninconti li avrebbe raggiunti nei pochi minuti successivi all’occultamento del cadavere della moglie. Quella in aula si preannuncia dunque una battaglia a colpi di perizie.

film al cinema oggi

Film in uscita gennaio 2017, il calendario dei Film al cinema oggi 14 gennaio 2017

Pensioni 2017, Età pensionabile e pensione donne, parla Marco Leonardi

Riforma pensioni 2017: Ape, Quota 41 e Opzione Donna, Marco Leonardi alla guida