in ,

Caso Elena Ceste Quarto Grado news: Michele Buoninconti condannato a trent’anni cambierà strategia difensiva?

La trasmissione Quarto Grado ha dedicato un vasto spazio al caso di Elena Ceste, la donna di Costigliole D’Asti, madre di quattro figli, scomparsa il 24 gennaio 2014 e ritrovata cadavere, in avanzato stato di decomposizione, nove mesi dopo in un canale vicino la sua abitazione. Il marito di Elena Ceste, Michele Buoninconti, il 4 novembre 2015, dopo mesi di indagini e un processo con diversi colpi di scena, è stato condannato in primo grado dai giudici del tribunale di Asti a 30 anni di carcere per omicidio e occultamento di cadavere.

A Quarto Grado gli esperti in studio, ripercorrendo il caso di Elena Ceste, hanno concordato sul fatto che Michele Buoninconti ha sempre mantenuto un profilo che probabilmente ha attirato molto gli inquirenti. Molte dichiarazioni del Buoninconti alla stampa e nelle intercettazioni gli avrebbero nuociuto, come accusare degli uomini che conoscevano la moglie, ma che poi hanno dimostrato di avere un alibi e quindi di essere estranei al delitto.

Qual è stata la strategia difensiva di Michele Buoninconti? Da imputato il marito di Elena Ceste ha cambiato diverse volte i suoi legali e alcune volte in aula ha rilasciato dichiarazioni spontanee. Continuerà anche negli altri gradi di giudizio?

messico notizie

Messico, madre va ad una festa e la figlia di 4 mesi muore divorata dai ratti

C e Posta Per Te facebook

Programmi Tv stasera, 9 gennaio 2016: Il principe abusivo e C’è posta per te