in ,

Caso Guerrina Piscaglia: maxi- battuta alla ricerca della donna, padre Gratien rifugiato a Perugia

Oggi a Cà Raffaello, già di primo mattino è iniziata una perlustrazione minuziosa del bosco e di ogni angolo del paese da dove più di cinque mesi scomparve Guerrina Piscaglia. Nelle ricerche sono impegnati 60 uomini tra forze dell’ordine e volontari. Le ricognizioni si concentreranno, pare, dalla parte di Sestino, meta della passeggiata di Mirko Alessadrini , marito della 50enne scomparsa, e di padre Gratien. A Cà Raffaello sono giunti anche e i due pm Marco Dioni ed Ersilia Spena che conducono le indagini insieme al procuratore capo Roberto Rossi.

Padre Graziano indagato per la scomparsa di Guerrina Piscaglia

Intanto i compaesani di Guerrina Piscaglia per qualche momento si erano convinti che nella canonica fosse tornato Padre Gratien. Invece dai locali religiosi sono usciti solo due uomini di colore con almeno 5 borsoni e svariati zaini. I bagagli sono stati caricati su una macchina e si pensa che sia stato proprio Padre Gratien a mandare queste persone per raccogliere i suoi effetti personali per portarglieli a Perugia dove si ritiene alloggi presso un amico. Ormai da cinque mese padre Gratien è andato via da Cà Raffaello e rimane l’unico indagato per sequestro di persona nella vicenda della scomparsa di Guerrina Piscaglia.

Nella canonica è rimasto solo Padre Faustin che si affaccia per mettere tutta la conoscenza della situazione: “Vi prego di lasciarci in pace. Siamo davvero stanchi. Padre Graziano non c’è, sono ormai cinque mesi che non è più qui. Non è di certo tornato oggi”

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Belen Rodriguez news: shopping a via Montenapoleone con la sorella Cecilia

Justin Bieber avvistato a Roma: le fan in delirio