in ,

Caso Juventus, Uva difende i bianconeri, la Bindi attacca: il botta e risposta

Il caso Juventus che conivolge il numero uno del club bianconero, Andrea Agnelli, è diventato oggetto di botta e risposta tra Michele Uva e Rosy Bindi. Il presidente della Juventus, infatti, è costretto a gestire le accuse sul presunto accordo tra la Juventus e i gruppi ultras per assicurare la quiete allo stadio, sul bagarinaggio massiccio e sugli affari della malavita organizzata.

CLICCA QUI PER LE ULTIME NEWS SULLA SERIE A

Caso Juventus, Uva difende i bianconeri, la Bindi attacca: il botta e risposta

Il procuratore generale della Figc, Michele Uva, come riportato da La Gazzetta dello Sport, ha affermato che “sulla vicenda-biglietti, che coinvolge la Juve, non siamo preoccupati: noi dobbiamo occuparci della giustizia sportiva. Però, mi sembra si stia facendo un processo mediatico”. Poi ha aggiunto: “Occorre che la giustizia ordinaria faccia il proprio corso con la massima serenità. Mi sembra che l’Antimafia stia facendo un processo molto mediatico e questo non fa bene né al calcio, né tantomeno all’Italia. Il calcio dà esposizione mediatica e questo è evidentemente in questo momento”. Dura la replica del presidente della Commissione Antimafia, Rosy Bindi: “La commissione parlamentare Antimafia non fa processi, men che meno mediatici. Di questo si cerchino altrove le responsabilità. Preoccupa che il direttore generale della Federcalcio ritenga che ciò di cui ci stiamo occupando non sia una cosa seria. Ciò che fa male all’Italia sono le mafie, anche quando si infiltrano nello sport, e la sottovalutazione di questo fenomeno. L’inchiesta della Commissione proseguirà a tutto campo”. Le fa eco Claudio Fava, vicepresidente della stessa Commissione: “Se il direttore della Federcalcio definisce `una cosa banale´ un’inchiesta penale sulle infiltrazioni della `ndrangheta nel circuito del tifo organizzato c’è da essere preoccupati. Se poi si chiede alla Commissione Antimafia di occuparsi d’altro c’è da essere anche imbarazzati”.

Muntari Witsel

Closing Milan, arrivati altri 30 milioni: fissata una nuova data di chiusura

Pasqua 2017 al mare: dove andare in Italia e in Europa, dalla Sicilia alla Spagna