in ,

Caso Katia Tondi a Quarto Grado ultime news: sarebbe stato il marito a uccidere la donna?

Il giallo dell’omicidio di Katia Tondi è ornato all’attenzione dei media dopo tre anni dalla morte. Per l’omicidio della casalinga 31enne è stato rinviato a giudizio con l’accusa di omicidio, il marito della vittima, Emilio Lavoretano. La trasmissione Quarto Grado si è occupata degli ultimi risvolti del caso a pochi giorni dalla prima udienza del processo.

Katia Tondi fu strangolata il 3 luglio 2013 nella sua abitazione, a San Tammaro, in provincia di Caserta, dove viveva col marito sposato un anno prima e il loro primogenito di sette mesi. A ritrovare la vittima fu il marito al suo rientro dal supermercato, dove era andato a fare la spesa per la sua famiglia e dove è stato ripreso dalle telecamere del luogo. L’accusa non ha creduto all’alibi del marito e ora attraverso il processo si cercherà di stabilire la verità sulla morte di Kaatia Tondi.

Nello studio di Quarto Grado si è cercato di evidenziare quali sono gli elementi che incastrerebbero Emilio Lavoretano, primo fra tutti la seconda perizia medico-legale che stabilisce l’ora della morte di Katia Tondi tra le 18 e le 19, quando il marito sarebbe stato ancora in casa. La donna sarebbe stata uccisa in casa, ma non nel corridoio dove è stata ritrovata. Infine la porta della casa non sarebbe stata forzata e dalle camere a soqquadro non mancavano oggetti di valore, elemento che quindi non avvalora la tesi di una furto. Gli elementi raccolti basteranno a stabilire la verità sulla morte di Katia Tondi?

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

gabriele defilippi killer gloria rosboch

Gloria Rosboch ultime notizie Quarto Grado, fratello Gabriele: “Picchiava me e la mamma”

Basket serie A1, Basket Serie A1 Sesta Giornata

Basket, Serie A1 playoff 2016: Reggio Emilia vola e batte Avellino in gara 2