in ,

Caso Loris Stival Quarto Grado, clamoroso Veronica Panarello potrebbe essere innocente: spostata l’ora del delitto

A Quarto Grado nella puntata di venerdì 23 maggio 2015, sono emerse delle novità rilevanti relative all’omicidio del piccolo Loris Stival, per il quale si trova in carcere la madre Veronica Panarello. Secondo il definitivo esame autoptico sul corpo del bambino, Loris sarebbe morto dopo 3-4 minuti dopo essere stato gettato nel canalone in seguito alla frattura alla testa. L’avvocato della Panarello, Francesco Villardita, ospite nello studio della trasmissione di Quarto Grado ha sottolineato che, dunque si verrebbe a spostare l’ora del decesso di Loris, collocabile intorno alle 9 di quel tragico 29 novembre 2014 e cadrebbe l’accusa di omicidio della Procura contro la sua assistita.

Secondo la difesa di Veronica Panarello la perizia medico legale dimostrerebbe che Veronica Panarello non avrebbe potuto uccidere il figlioletto. La donna alle 9 era in casa e sarebbe uscita alle 9,23 così come documentato dalle telecamere di Santa Croce Camerina. La difesa di Veronica Panarello presenterà giorno 29 maggio 2015 il ricorso in Cassazione contro la misura cautelare aggiungendo altri sette nuovi motivi oltre quelli già preparati.

Intanto Davide Stival il papà di Loris e marito di Veronica, ha intrapreso il suo nuovo lavoro al comune di Vittoria, in provincia di Ragusa, abbandonando l’attività di autotrasportatore che lo avrebbe tenuto distante dal suo secondogenito ancora molto piccolo. Ai microfoni di Quarto Grado col viso scavato e molto provato ha ringraziato il sindaco di Vittoria, Giuseppe Nicosia per avergli permesso un lavoro vicino al figlio rimastogli.

Seguici sul nostro canale Telegram

Guerrina Piscaglia news a Quarto grado

Guerrina Piscaglia news a Quarto Grado: la misteriosa telefonata del pizzaiolo etiope

Studente precipitato da hotel

Caso Domenico Maurantonio Quarto Grado news: parla l’operaio siriano che lo ha trovato, mentre i compagni tacciono