in ,

Caso Loris Stival Quarto a Grado news: Veronica Panarello è stata condannata, parla il Procuratore Capo di Ragusa

La trasmissione Quarto Grado è tornata ad occuparsi dell’omicidio di Loris Stival, per il quale è stata condannata in primo grado a trent’anni di carcere la madre Veronica Panarello. Nonostante la sentenza, Veronica Panarello continua ad accusare il suocero, Andrea Stival, di essere il suo amante e l’assassino del piccolo Loris, che secondo la giovane mamma aveva scoperto i rapporti intimi tra lei e il nonno.

Carmelo Petralia, Procuratore Capo di Ragusa intervistato da Simone Toscano, inviato di Quarto Grado, ha affermato che il bilancio di questi due anni di lavoro di ricostruzione del delitto ha trovato conferma nelle pronunce giurisdizionali, naturalmente resta la sofferenza per una pena così lunga inferta a un cittadino in particolare a una madre per l’omicidio di un figlio, ferma restando una doverosa presunzione di innocenza. Sul movente il Procuratore Capo ha affermato: “La signora Panarello in ultimo ha fornito un movente di cui abbiamo preso atto, che può essere anche plausibile, un movente idoneo a giustificare quella condotta attribuita soltanto a lei”.

Ancora una volta a Quarto Grado sono stati mandati in onda filmati degli interrogatori a Veronica Panarello, in cui non sembra lucida, ma in cui secondo i periti ha recitato, cercando di apparire inferma di mente. Mentre in altri filmati dei primi periodi dopo l’arresto Veronica Panarello sembra più tranquilla e in sé. Un aspetto affrontato dalla trasmissione è stato quello dei legami sentimentali con l’altro sesso considerati “fragili e complessi” e che hanno segnato la sua vita, da quello con il padre, che in base ai suoi racconti non sarebbe il padre naturale, ma che tuttavia le è rimasto sempre accanto, a quello con il marito Davide Stival, con cui aveva trovato serenità e tranquillità. Forse le lunghe assenze per lavoro del giovane marito hanno fatto in modo che Veronica si sentisse abbandonata, allora Veronica si è aggrappata al legame con i figli, due maschi, ma Loris, primogenito, possibilmente è cresciuto in fretta fino a turbato la felicità della giovane madre? Infine un ultimo uomo che ha segnato la vita di Veronica Panarello, è Andrea Stival, il suocero, accusato da lei di essere l’assassino di Loris nonché il suo amante. Tesi che non ha trovato riscontri nella sentenza di primo grado.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

terremoto cile

Terremoto in Cile: scossa di magnitudo 6.4, no allarme tsunami

tu si que vales facebook

Programmi tv stasera 5 Novembre: Tú sí que vales ed Harry Potter e il prigioniero di Azkaban