in ,

Caso Marò, petizione Sikh per chiedere loro liberazione: raccolte oltre 8.000 firme

Gli immigrati indiani che vivono in Italia, nella fattispecie la comunità sikh di Pessina (Cremona), hanno fatto propria la causa dei Marò, mobilitandosi in massa in loro favore e chiedendo a gran voce la loro liberazione. I membri della comunità hanno infatti aperto una petizione per Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, i due fucilieri di marina prigionieri in India da oltre due anni, accusati di aver ucciso nel 2012 due pescatori su un peschereccio, nelle acque dell’Oceano Indiano.

Le firme raccolte sono già 8.000, ma le sottoscrizioni proseguiranno nelle prossime settimane in quanto la comunità si prefigge di raggiungerne 10.000, per poi inviarle al consolato italiano e a quello indiano. I sikh cremonesi hanno in programma di riunirsi ad agosto per decidere in merito ad una eventuale grande manifestazione finale a favore della liberazione dei Marò“In Italia siamo stati accolti bene, riteniamo che la detenzione dei due marò sia ingiusta”, questa la convinzione della comunità indiana, che ha deciso di estendere la raccolta firme a tutto il Nord Italia.

startup agevolazioni webinar 2015

Expo 2015, concorso per startup e imprenditoria al femminile

ospite rassegna letteraria Cervia 2014

La spiaggia di Cervia ama il libro: incontri con gli autori fino a Ferragosto 2014