in

Caso Massimo Di Cataldo, la colf testimonia la violenza e il procurato aborto

Spunta un testimone nel caso Di Cataldo. Si tratta della colf romena della coppia, la quale confermerebbe la storia di violenza e maltrattamenti di Anna Laura Millacci, moglie di Massimo Di Cataldo. Il cantautore è stato accusato nei giorni scorsi di essere un violento e di aver procurato l’aborto della moglie in seguito ad una furiosa lite finita con le botte.

anna laura millacci

“Ho visto volare dei ceffoni e ho assistito all’aborto in casa“, ha dichiarato la donna durante il lungo interrogatorio degli investigatori. La sua testimonianza si riferisce allo scorso 18 giugno, quando Di Cataldo avrebbe cominciato a maltrattare la Millacci al punto di indurre l’aborto del loro bambino. La colf ha confermato che quello stesso giorno Anna Laura Millacci ha avuto un’emorragia e ha perso il figlio.

Il pm Eugenio Albamonte ha disposto la convocazione di altri testimoni, quali amici e familiari della coppia. A loro verrà chiesto se sono a conoscenza delle violenze in casa Di Cataldo, anche se la Millacci ha raccontato di non essere ma stata creduta dai suoi stessi genitori. La Procura di Roma sta poi procedendo ad accertare l’autenticità delle foto pubblicate dalla Millacci su Facebook, al fine di stabilire la compatibilità con l’età del feto.

the-wind-rises

Si Alza il Vento (The Wind Rises) – Ecco il Trailer Ufficiale

Ucronia