in

Caso Mutu: Juventus e Livorno dovranno rifondere 21 milioni al Chelsea

La decisione della Dispute Resolutione Chamber della Fifa condanna Juve e Livorno  per l’operazione di mercato che ha portato, di nuovo, il giocatore rumeno Mutu nella nostra Serie A. Il tutto risale al 2004 quando l’attaccante è stato trovato positivo alla cocaina con un controllo interno e squalificato dalla Federazione Calcio Inglese per ben 7 mesi. Il club inglese lo ha licenziato il 29 ottobre dello stesso anno. Adrian Mutu2

Secondo l’accusa Mutu, svincolato e bloccato fino al 2005, sarebbe stato contattato dal dirigente bianconero Luciano Moggi che gli avrebbe proposto un quinquennale. Mutu era extracomunitario ed è stato tesserato, per quel momento, dal Livorno che poi lo ha girato alla Juve. Il Chelsea, quindi, ha chiesto di essere risarcito per il pagamento non ottenuto del giocatore. La Juve invece punta sul fatto che la rescissione con il Chelsea è datata 29 ottobre 2004, mentre il loro contratto parte dal 12 gennaio 2005, esattamente tre mesi dopo. Però, la dirigenza bianconera, ha già messo nel bilancio la multa di 21 milioni di euro da pagare.

 

Seguici sul nostro canale Telegram

Marek Hamsik

Calciomercato Manchester United: prepara l’offerta per Hamsik

Cosa fare dopo la laurea? Ecco nuovi dottorati e stage editoriali