in

Caso nave Diciotti, Di Maio: «Se Ue non interviene, stop ai contributi». Moavero Milanesi: «Serve sforzo congiunto»

Rischia di diventare il casus belli tra governo italiano e Commissione Ue la vicenda della nave della Guardia Costiera Diciotti ferma da giorni con 150 migranti a bordo nel porto di Catania (qui il nostro LIVE BLOG). Dopo lo sbarco dei 27 minori, la situazione di stallo sta facendo crescere la tensione tra Roma e Bruxelles, con la richiesta d’intervento per la ricollocazione dei migranti a bordo della nave arrivata prima dal premier Conte, quindi dai ministri Salvini e Di Maio.

Caso nave Diciotti, Di Maio alla Ue: «Se non interviene, stop ai contributi»

E proprio il vicepremier Luigi Di Maio è stato il più duro nei confronti di Bruxelles. «Se l’Unione europea si ostina con questo atteggiamento –  ha detto il leader pentastellato –  se domani dalla riunione della Commissione europea non si decide nulla e non decidono nulla sulla nave Diciotti e sulla redistribuzione dei migranti, io e tutto il Movimento 5 stelle non siamo più disposti a dare 20 miliardi all’ Unione europea». Domani è in calendario l’incontro tra gli “sherpa” europei per trovare una soluzione alla ricollocazione dei migranti tratti in salvo nel Mediterraneo dalle navi degli stati UE. “Lo scopo è discutere un approccio europeo e la strada avanti sulla base dell’esperienza di cooperazione degli Stati sugli sbarchi e la condivisione della responsabilità nelle ultime due settimane”, dice un portavoce di Bruxelles, ma per il momento nulla di più trapela.

Poco fa sulla vicenda nave Diciotti è intervenuto da Rimini anche il Ministro degli esteri Enzo Moavero Milanesi. «Noi sosteniamo che i migranti cercano l’Europa e arrivano in Europa; non in questo o quel Paese Ue a seconda del tragitto seguito –  ha detto il titolare della Farnesina – Pensiamo che ci sia una responsabilità europea condivisa al riguardo e così leggiamo quanto scritto nelle conclusioni formali del vertice di giugno». Il Ministro ha poi aggiunto di considerare giusto «che l’Unione e i suoi Stati membri, nell’ottica di uno sforzo congiunto, prendano in carico i migranti che arrivano in Italia».

Leggi anche –> Il caso nave Diciotti – LIVE BLOG

Written by Andrea Monaci

48 anni, fondatore e direttore editoriale di Urbanpost.it, ha iniziato la sua carriera con la cronaca locale, ma negli ultimi 20 anni si è occupato principalmente di lavoro, criminalità organizzata e politica. Ha scritto tra gli altri per il "Lavoro e Carriere" e "Il Secolo XIX". Quando non lavora le sue passioni sono la musica rock, i cani, le vecchie auto e la buona cucina.

BRIANZA RAGAZZO SEMINUDO E FERITO IN AUTO

Giallo in Brianza: ragazzo seminudo in un lago di sangue in auto, morto poco dopo il ricovero

Terremoto, l’Italia centrale ricorda il sisma del 24 agosto: lungo corteo ad Amatrice