in ,

Caso Roberta Ragusa: la Cassazione ha annullato il proscioglimento di Antonio Logli

I giudici della prima sezione penale della Corte di Cassazione di Roma, riuniti in camera di Consiglio dalla mattina di ieri, giovedì 17 marzo, poco fa hanno deciso di annullare la sentenza di proscioglimento a carico di Antonio Logli, pronunciata lo scorso 6 marzo 2015 dal Gup di Pisa, Giuseppe Laghezza, che aveva decretato il non luogo a procedere a suo carico, sostenendo l’insufficienza di prove tali a dimotrare la tesi dell’accusa: l’omicidio della moglie, Roberta Ragusa, e la distruzione del suo cadavere.

La Cassazione ha dunque accolto il ricorso presentato dai familiari della vittima e della Procura, scomparsa misteriosamente dalla sua casa di Gello di San Giuliano Terme (Pisa), nella notte tra il 13 e 14 gennaio 2012. Sarà ora un nuovo Giudice a dover riprendere in mano il fascicolo dell’inchiesta e fissare una nuova udienza preliminare, decidendo eventualmente di rinviare a giudizio l’indagato. Il caso è dunque riaperto, e torna alla procura di Pisa.

Calciomercato tutte le trattative concluse

Fantacalcio consigli 30a giornata Serie A: chi schierare secondo UrbanPost

Rihanna e attentato Nizza, annullato il concerto

Rihanna e Drake Anti World Tour 2016, così hanno dato il via al live di Miami: il video dell’esibizione