in ,

Caso Roberta Ragusa, ultime notizie a Chi l’ha visto?: le intercettazioni delle telefonate fra Antonio Logli e l’amante

Sono state le intercettazioni delle telefonate fra Antonio Logli, marito di Roberta Ragusa, e l’amante dell’uomo, Sara Calzolaio, a tenere banco durante la puntata di questa sera, mercoledì 11 marzo 2015, di Chi l’ha visto?, il programma di Rai 3 condotto da Federica Sciarelli. Dopo la sentenza di venerdì scorso, infatti, lo staff della trasmissione ha deciso di ripartire dall’inizio e di far ascoltare a tutti, visto che ormai tali intercettazioni sono depositate e pubbliche, i vari audio di alcune conversazioni telefoniche fra Antonio e Sara.

Cosa è emerso? Nella prima intercettazione Sara appare molto provata a causa del rifiuto ottenuto da parte della sua comunità religiosa e Antonio, per tirarla su di morale, le dice che non doveva dire la verità. In un’altra, invece, dopo essere stata interrogata dai carabinieri ed essere venuta a conoscenza della visita di Antonio Logli ad una peripatetica, Sara piange disperata e Antonio, invece di preoccuparsi di cosa possa avere la sua amata è in ansia per un passaggio di proprietà che non sa se riuscirà a portare a termine in giornata. Logli appare molto freddo e distaccato e il colloquio è quasi surreale. A lasciare tutti di stucco, però, è una delle frasi della stessa Sara Calzolaio che in un’altra telefonata con il suo Antonio dice a lui di essere rimasta delusa dalla moglie che non ha chiamato e non si è fatta viva nemmeno per il compleanno del figlio.

Con un pizzico di sarcasmo e con un fare leggermente provocatorio Chi l’ha visto? è tornato ad analizzare tutti i filmanti e le interviste realizzate sul caso di Roberta Ragusa per cercare di ripartire, pur seguendo il filo logico del gup, ed andare a cercare altri appigli perché, come diceva già la voce narrante nel promo della trasmissione ora in onda, se mai dovesse tornare a casa è meglio che qualcuno dica a Roberta che è meglio che bussi alla porta perché ora nella sua abitazione, con suo marito e i suoi figli c’è quella che lei aveva sempre considerato essere la babysitter dei suoi figli.

Il gup, dopo essersi preso solo un’ora per dire “il fatto non sussiste” venerdì 6 marzo alle 16:30 ha deciso di prosciogliere Antonio Logli, un Logli che pochi secondi dopo esce dal Tribunale scortato dai suoi avvocati mentre guarda davanti a sé, nel vuoto, e pare quasi ridere conscio del fatto che per il momento non verrà sottoposto ad alcun processo. Cosa succederà ora? Il gup si è preso 90 giorni per depositare le sue motivazioni, quelle stesse motivazioni che lo hanno portato a pronunciare il non luogo a procedere e quindi serviranno altri tre mesi prima di comprendere cosa abbia portato il giudice a prendere una tale decisione, tre mesi in cui, però, le indagini andranno avanti.

Anche Antonio Giacono, procuratore capo di Pisa, nella conferenza stampa dopo la sentenza ha detto infatti che, pur ritenendo che l’elemento fondamentale per la decisione sia stato l’assenza del corpo di Roberta Ragusa, da parte sua nessuno cesserà di cercare il corpo della mamma di Gello perché lui in primis è ancora convinto, insieme ad altri, che la donna sia stata uccisa.

Apple MacBook 2015

I difetti nascosti del nuovo MacBook 2015: perché preferire MacBook Air, prezzo, caratteristiche tecniche e connettore USB-C

ricette dolci benedetta parodi

Ricette dolci Benedetta Parodi: torta menta e gocce di cioccolato di “Molto Bene”