in ,

Caso Ruby, Silvio Berlusconi a rischio: il procuratore chiede di annullare l’assoluzione

Si sta tenendo quest’oggi, martedì 10 marzo, l’udienza in Cassazione per quanto riguarda il processo Ruby che ha visto tra gli imputati Silvio Berlusconi, assolto in Appello il 18 luglio 2014 dalle accuse di prostituzione minorile e per il reato di concussione. Secondo le prime indiscrezioni trapelate dall’aula del Tribunale, il procuratore Scardaggione ha chiesto alla Cassazione di annullare l’assoluzione nei confronti del Cavaliere.

Dopo la richiesta formale da parte del procuratore, ora i supremi giudici dovranno decidere se confermare l’assoluzione concessa all’ex premier lo scorso luglio o se riformare la sentenza, rimettendo di nuovo sul tavolo degli imputati Silvio Berlusconi, ordinando così un nuovo appello per i reati che già in precedenza gli erano stati imputati ovvero prostituzione minorile, per un fatto accaduto nel 2010 con l’allora 17enne Ruby, e concussione, visto che la sera del 27 maggio dello stesso anno l’allora premier chiamò il capo di gabinetto della Questura di Milano per far affidare Ruby, che era stata arrestata, alla consigliera regionale Nicole Minetti, anche lei indagata nel caso.

Venezia tuffo ponte rialto

Pasqua 2015 a Venezia: offerte low cost, hotel e occasioni per spendere poco

Pomeriggio 5 9 gennaio 2015

Pomeriggio 5 anticipazioni puntata 10 marzo: novità sul caso di Yara Gambirasio