in

Caso Sarah Scazzi: Sabrina Misseri potrebbe presto lasciare il carcere

Sabrina Misseri “non merita sconti di pena per le modalità commissive del delitto” e per la “fredda pianificazione d’una strategia finalizzata, attraverso comportamenti spregiudicati” all’omicidio della cugina Sarah Scazzi. La Cassazione non aveva avuto dubbi. Sabrina e la madre Cosima erano state condannate all’ergastolo. Per gli inquirenti sarebbero state loro a uccidere la piccola Sara nella villetta di Avetrana il 26 agosto del 2010. Le due donne hanno sempre negato. 

Ora però salterebbe fuori un’altra notizia: Sabrina Misseri potrebbe lasciare presto il carcere. Il condizionale è d’obbligo in questi casi, ma sembrerebbe fattibile l’uscita della ragazza. La “soffiata” arriva da Pomeriggio 5, il programma di Barbara D’Urso, che ha reso noto il ricorso di Sabrina e Cosima Misseri alla Corte Europea. Secondo quest’ultima il ricorso sarebbe legittimo. Stando alle parole dell’inviata di Pomeriggio 5 “la Corte Europea avrebbe giudicato ammissibile il ricorso, perché ci potrebbe essere qualcosa da rivedere nei tre gradi di giudizio”. E la corrispondente ha aggiunto: “I legali stanno aspettando anche il processo a carico di Ivano Russo per falsa testimonianza, per capire il futuro della ragazza”.

Ma c’è di più: da ottobre Sabrina Misseri godrà di permessi speciali – lei considerata una detenuta modello – proprio in virtù della sua buona condotta in carcere. Intanto sempre negli studi della D’Urso è stata resa nota la lettera di Michele Misseri (che ricordiamo è stato condannato ad otto anni di carcere per occultamento di cadavere) indirizzata alla corrispondente di Pomeriggio 5: “Cara Monica sto bene fisicamente, ma con la mia coscienza no. Io sono il vero colpevole e non Sabrina e Cosima. Io non smetto mai di scrivere loro. Ho visto la loro intervista dal carcere e quello che hanno detto è tutto vero, sono stato tanto male. So cosa ho fatto alla piccola Sara e non sono creduto da nessuno. Sono nelle mani di Dio, solo lui sa la verità”.

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di UrbanPost e LuxGallery. Nasce a Frosinone il 13 febbraio del 1991, quando in Ciociaria la neve non si vedeva ormai da anni e l’Italia tirava un sospiro di sollievo per la fine della guerra del Golfo. Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 le viene conferito il riconoscimento di "Laureato Eccellente Sapienza" per il brillante percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly" e "SuccedeOggi" e riviste letterarie come "Carte Allineate", "Fillide" ed "Euterpe". Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Meteo oggi mercoledì 5 settembre 2018: splende l’estate settembrina

Uefa Nations League sorteggi gironi

Uefa Nations League 2018/2019: cos’è e come funziona, calendario partite e gironi