in

Caso Sarah Scazzi: Sabrina Misseri potrebbe presto lasciare il carcere

Sabrina Misseri “non merita sconti di pena per le modalità commissive del delitto” e per la “fredda pianificazione d’una strategia finalizzata, attraverso comportamenti spregiudicati” all’omicidio della cugina Sarah Scazzi. La Cassazione non aveva avuto dubbi. Sabrina e la madre Cosima erano state condannate all’ergastolo. Per gli inquirenti sarebbero state loro a uccidere la piccola Sara nella villetta di Avetrana il 26 agosto del 2010. Le due donne hanno sempre negato. 

Ora però salterebbe fuori un’altra notizia: Sabrina Misseri potrebbe lasciare presto il carcere. Il condizionale è d’obbligo in questi casi, ma sembrerebbe fattibile l’uscita della ragazza. La “soffiata” arriva da Pomeriggio 5, il programma di Barbara D’Urso, che ha reso noto il ricorso di Sabrina e Cosima Misseri alla Corte Europea. Secondo quest’ultima il ricorso sarebbe legittimo. Stando alle parole dell’inviata di Pomeriggio 5 “la Corte Europea avrebbe giudicato ammissibile il ricorso, perché ci potrebbe essere qualcosa da rivedere nei tre gradi di giudizio”. E la corrispondente ha aggiunto: “I legali stanno aspettando anche il processo a carico di Ivano Russo per falsa testimonianza, per capire il futuro della ragazza”.

Ma c’è di più: da ottobre Sabrina Misseri godrà di permessi speciali – lei considerata una detenuta modello – proprio in virtù della sua buona condotta in carcere. Intanto sempre negli studi della D’Urso è stata resa nota la lettera di Michele Misseri (che ricordiamo è stato condannato ad otto anni di carcere per occultamento di cadavere) indirizzata alla corrispondente di Pomeriggio 5: “Cara Monica sto bene fisicamente, ma con la mia coscienza no. Io sono il vero colpevole e non Sabrina e Cosima. Io non smetto mai di scrivere loro. Ho visto la loro intervista dal carcere e quello che hanno detto è tutto vero, sono stato tanto male. So cosa ho fatto alla piccola Sara e non sono creduto da nessuno. Sono nelle mani di Dio, solo lui sa la verità”.

Meteo oggi mercoledì 5 settembre 2018: splende l’estate settembrina

Uefa Nations League sorteggi gironi

Uefa Nations League 2018/2019: cos’è e come funziona, calendario partite e gironi