in ,

Caso Yara, aggiornamenti: Massimo Bossetti dal carcere urla la sua innocenza

Dopo che anche l’ennesimo alibi di Massimo Giuseppe Bossetti ha barcollato e non ha retto in aula, l’uomo, unico indagato per l’assassinio di Yara Gambirasio, la tredicenne uccisa il 26 novembre 2010 a Brembate Sopra, resta in carcere. Ogni versione finora data dal presunto omicida di Yara è stata sempre verificata e smontata dagli inquirenti che stanno indagando sul caso ma, nonostante tutto, Bossetti dal carcere continua ad urlare la sua innocenza.

I suoi difensori ora stanno puntando tutto sulla demolizione della prova chiave di tutto il processo, quella del Dna. Gli avvocati di Massimo Bossetti hanno già discusso di questo nella prima istanza, evidenziando la parte in cui il Ris indica incertezza sulla natura della traccia di sangue trovata sugli slip e sui leggings di Yara.

Anticipazioni Il segreto giovedì 2 ottobre: Gonzalo incontra Tristan

rogo su yacht nel savonese

Palermo, incendio provocato da fuga di gas: un morto e un ferito grave