in ,

Caso Yara aggiornamenti: sequestrati giubbotto, scarponi e carte di Bossetti

In casa di Giuseppe Bossetti, il muratore di Mapello sospettato di avere ucciso la ragazzina di Brembate, gli inquirenti hanno fatto nuove perquisizioni. Sequestrati un aspirapolvere, degli scarponi da lavoro, un giubbotto nero, una lettera d’amore che l’uomo scrisse alla moglie per un San Valentino, una foto di famiglia e altre carte tra cui documenti contabili e fatture inerenti la sua attività lavorativa.

Il presunto assassino di Yara Gambirasio è in cella nel carcere di Bergamo da oltre 40 giorni e continua a professarsi innocente. Intanto le indagini continuano.

50 sfumature di grigio nuovo trailer

50 Sfumature di grigio, trailer troppo spinto e la tv americana lo censura

Nick Clegg: La Russia non dovrebbe ospitare i Mondiali di calcio del 2018