in ,

Caso Yara aggiornamenti: su pc Bossetti tracce ricerche siti pedofili

Inquietanti novità emergono nelle indagini sul caso Yara. Le analisi effettuate dai Ris sui pc dell’unico sospettato dell’omicidio della ragazzina di Brembate, Massimo Giuseppe Bossetti, rivelerebbero la presenza, nella cronologia delle ricerche web, di contenuti alquanto compromettenti: accessi a siti pedopornografici e l’uso della parola chiave “tredicenni”. Un caso? Un’altra coincidenza il fatto che la giovane vittima avesse proprio tredici anni quando scomparve?

Va comunque precisato che i Ris stanno andando cauti nel trarre conclusioni, in quanto al momento le indagini non sono ancora state chiuse e non v’è certezza che i terminali sequestrati a Bossetti nel mese di giugno fossero di suo esclusivo utilizzo. Ciò che è certo è che dal suo pc è stata rilevata traccia di un collegamento ad un sito pedopornografico, e quattro o cinque accessi a contenuti pornografici. Se confermato dagli inquirenti, quanto è emerso potrebbe aggravare la posizione del muratore di Mapello, dimostrando il suo particolare interesse sessuale per le minorenni.

Europei nuoto Berlino 2014

Europei nuoto Berlino 2014: azzurri in gara oggi, sabato 23 agosto

Cerci resta al Torino

Calciomercato Torino news: Cerci va o resta?