in ,

Caso Yara: aggredita la sorella gemella di Massimo Giuseppe Bossetti

Laura Letizia Bossetti, sorella gemella Massimo Giuseppe Bossetti, presunto assassino di Yara Gambirasio, è stata aggredita nel garage del condominio dei genitori, a Terno d’Isola. È successo ieri pomeriggio, mercoledì 17 settembre, la donna dopo avere parcheggiato la sua automobile nel garage sotterraneo della casa dei suoi genitori, dove si era recata per assistere il padre, è stata circondata da tre uomini che l’hanno malmenata. La donna, raggiunta da calci e pugni alla pancia è caduta a terra svenuta. È stata soccorsa e trasportata con un’ambulanza nell’ospedale di Ponte San Pietro, le sue condizioni non appaiono gravi. È la seconda volta che la donna viene aggredita, ma la prima volta l’aggressione era stata meno violenta, si erano limitati ad insultare il fratello oltre a degli spintoni.

Massimo Giuseppe Bossetti aggredita la sorella gemella

Laura Letizia Bossetti ha sempre creduto nell’innocenza del fratello, Massimo Giuseppe Bossetti, in cella d’isolamento dal 16 giugno per l’omicidio della giovane Yara Gambirasio. L’episodio gravissimo secondo l’avvocato della famiglia Bossetti, Benedetto Maria Bonomo, è sintomatico di un clima “ di grande tensione”. L’escalation di violenza contro la gemella di Bossetti appare preoccupante.

Non è chiaro chi abbia dato l’allarme, forse un vicino di casa. La paura serpeggia anche tra i condomini della palazzina dove è avvenuto l’agguato. La signora Bossetti non ha saputo descrivere i tre aggressori, né stabilire se erano gli stessi che l’avevano “avvertita” la volta scorsa.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Blitz antimafia: 16 arresti in Puglia

Maxi rissa al matrimonio per una palpatina di troppo