in ,

Caso Yara, Bossetti sull’altare al funerale padre: “Sei stato perfetto”

“Si possono avere sorelle, fratelli, moglie e figli ma quando mancano i genitori non si è più nessuno. Sei stato un padre perfetto. Riposa in pace”, lo ha detto Massimo Bossetti, questa mattina, durante la celebrazione del funerale del padre, Giovanni Bossetti.

Il carpentiere 45enne imputato nel processo sull’omicidio di Yara Gambirasio, stamani è uscito dal carcere su concessione della Corte d’Assise e, scortato dalla polizia penitenziaria, è entrato nella chiesa di San Vittore Martire, a Terno d’Isola, da un ingresso secondario per evitare di esser ripreso o fotografato dai giornalisti, lì assiepati per catturare le immagini esclusive del suo passaggio.

Bossetti durante la cerimonia funebre ha chiesto di prendere parola e, salito sul pulpito, dall’altare ha pronunciato in lacrime parole d’amore per il suo papà legittimo, definendolo “padre perfetto”. Al termine delle esequie, svoltesi in forma riservata su esplicita richiesta della famiglia Bossetti, il muratore di Mapello si è stretto in un lungo abbraccio con la madre, Ester Arzutti, e poi è stato ricondotto in carcere dagli agenti della polizia penitenziaria.

film cinema gennaio 2016

Film in uscita gennaio 2016: gli 8 titoli migliori in arrivo al cinema, recensioni e trailer

Capodanno 2016 last minute: offerte low cost in Italia, dalla montagna all’agriturismo