in ,

Caso Yara condanna Massimo Bossetti news: il cognato Agostino Comi critica inquirenti e pm

Omicidio Yara Gambirasio, ultime news oggi a Pomeriggio 5: il cognato di Massimo Bossetti, il carpentiere bergamasco condannato all’ergastolo anche in appello, è tornato a parlare di questa vicenda.

Agostino Comi, fratello di Marita, non ha usato mezzi termini e ha detto a chiare parole di non credere all’impianto accusatorio messo in piedi dalla Procura e convalidato dalle due Corti di Bergamo e Brescia. “Io non credo al personaggio descritto dal Pm, non ci posso credere. Massimo è innocente”. L’uomo ha detto di conoscere Bossetti da 25 anni e ha ribadito più volte che non crede che il cognato si possa essere macchiato di un simile delitto, tanto da non aver mai dubitato della sua innocenza, nemmeno per un istante: “Sono stati gli inquirenti, durante i loro interrogatori martellanti, a provare a metterci in testa i dubbi, noi non ci abbiamo mai creduto”. “Cerchiamo di tirarlo su, ma non è facile per lui stare in quel posto e non è facile neppure per noi sapendo che è innocente”, ha detto del muratore, fortemente abbattuto in carcere.

Agostino Comi

—> Caso Yara condanna Massimo Bossetti news: prove di colpevolezza oltre il Dna

I difensori di Massimo Bossetti all’attacco, pronti a fare ricorso in appello

Claudio Salvagni e Paolo Camporini lo annunciarono subito dopo la condanna in appello che avrebbero fatto ricorso in Cassazione, denunciando che al loro assistito con la negazione della super perizia del Dna “non è stata concessa la possibilità di difendersi”.

>>> Caso Yara condanna Massimo Bossetti news, suo consulente attacca: “Ci sono ancora campioni di Dna da analizzare” <<<

E Marzio Capra, il genetista consulente del carpentiere bergamasco, proprio oggi in una intervista a Radio Cusano Campus ha criticato aspramente le motivazioni della sentenza d’appello depositate proprio ieri. Queste le sue parole: “Non so sulla base di quali elementi si possa ritenere questo test irripetibile. Non lo so perché mi è stato impedito, sia in primo grado che in secondo, di vedere ed analizzare la ‘prova’ portata contro Bossetti. Mi devo basare su ciò che ha dichiarato chi ha avuto accesso diretto ai reperti. Il professor Casari, ad esempio, il quale ha riferito di aver avuto nel proprio laboratorio, e di avere probabilmente ancora, decine e decine di campioni di DNA contenenti il fantomatico “Ignoto 1″ però di non averli potuti analizzare con le tecniche a sua disposizione”.

Amici 17 quando inizia

Amici 17 quando inizia: si parte su Real Time con Amici Casting

Il Paradiso delle signore

Il Paradiso delle Signore 2 ottava puntata del 24 ottobre 2017: Mori sotto accusa per la morte di Rose