in ,

Caso Yara furgone Bossetti, consulente difesa contro pm: “Mi attacca perché le ho rotto le uova nel paniere”

Risentito, combattivo e polemico, il criminologo Ezio Denti, facente parte del collegio difensivo di Massimo Bossetti, unico imputato al processo sull’omicidio di Yara Gambirasio, è intervenuto alla trasmissione radiofonica Radio Cusano Campus, per dire la sua in merito alla requisitoria del pm titolare delle indagini, Letizia Ruggeri, con la quale si è scontrato più volte in fase dibattimentale e che mercoledì scorso ha chiesto per Bossetti la condanna all’ergastolo e 6 mesi di reclusione in isolamento diurno.

Denti è stato incaricato di compiere accertamenti e perizie in merito ai video del furgone che la sera del delitto di Yara, 26 novembre 2010, fu ripreso aggirarsi nei pressi della palestra da cui uscì la 13enne prima di sparire, e che per l’accusa apparterrebbe proprio all’imputato. Il consulente della difesa di Bossetti sostiene il contrario, ma il suo lavoro nel corso del processo di primo grado, che arriverà a sentenza a metà giugno, è stato messo in discussione dal pm Ruggeri: a metà gennaio il presidente della Corte d’Assise di Bergamo, Bertoja, arrivò addirittura a sospendere l’udienza per la bagarre scoppiata in aula tra il criminologo e il pubblico ministero, appunto.

E ieri il criminologo Denti ha detto la sua sulla questione – “La Ruggeri mi ha citato nella sua requisitoria, si vede che gli sono simpatico o probabilmente che l’ho colpita nel fianco. Il mio incarico era rivolto ad acquisire elementi di prova nei confronti del nostro cliente – lamentando il fatto che il pm gli avrebbe negato una seconda audizione in cui avrebbe dovuto fornire le prove che il furgone in oggetto non sarebbe quello di Bossetti:Nella mia prima audizione sono andato esclusivamente per parlare di allineamenti e quindi di comparazioni dei furgoni. Però io avrei dovuto essere presente ulteriormente in qualità di investigatore e il pm si era opposto”.

Il consulente di Bossetti ha poi precisato: “Non ci è stata quindi data la possibilità di portare ulteriori e forti prove che potrebbero essere state d’ausilio. Le porteremo quando toccherà alla difesa disquisire su ciò … Nella mia seconda audizione non mi ha fatto neanche una domanda. Dopo la mia attività ha chiesto ai suoi tecnici di misurare il furgone e di fare tutte quelle analisi che avevo prospettato io. Ma se la tua indagine è stata fatta bene perché corri ai ripari e ne chiedi altre?”.

Ezio Denti ha addirittura asserito che il pubblico ministero avrebbe dichiarato in aula cose non vere sul suo lavoro: “Nella sua requisitoria la Ruggeri ha citato alcune pagine della mia relazione che non sono assolutamente vere. Ha inventato tutto. Ha fatto una requisitoria elusiva, ma la Corte leggerà la mia relazione e se ne renderà conto”. Accuse molto pesanti, dunque, che probabilmente verranno ribadite quando la parola passerà ai difensori di Massimo Bossetti, che la prossima settimana faranno le arringhe finali prima della sentenza dei giudici.

Ecco in cosa, per Ezio Denti, l’accusa avrebbe sbagliato: “Ha mantenuto la sincronizzazione degli orari che è errata. Yara non è uscita alle 18.41, è uscita alle 18.50, questo è certo. Se quello è il furgone di Bossetti, vuol dire che è passato 18 minuti prima dell’uscita. Nessuno ha visto un camion fermo per 18 minuti in quella strada così trafficata? Questa cosa l’avrei detta se avessi avuto la possibilità di tornare al processo in qualità di teste. La pm è arrabbiata con me perché le ho rotto le uova nel paniere. Lei sa benissimo che se non si fosse opposta ad un’altra mia presenza nel processo avrei portato ulteriori prove che smentivano le sue”. 

Marco Pannella difende il deputato grillino Alessandro Di Battista

Marco Pannella morto, il ricordo dal mondo della musica: da De Gregori a Venditti

casa vacanze, casa vacanze sardegna, casa vacanze salento, casa vacanze salento 2016, casa vacanze salento agosto, sardegna estate 2016, salento estate 2016, sardegna o salento casa,

Casa vacanze Salento o Sardegna: come scegliere il posto perfetto l’estate 2016