in ,

Caso Yara Gambirasio processo, il giorno della sentenza: Bossetti rischia l’ergastolo

E’ il giorno della sentenza sul processo Yara Gambirasio. Massimo Bossetti si è presentato questa mattina davanti ai giudici del tribunale di Bergamo. Una piccola folla di curiosi e giornalisti si è già radunata davanti alle porte del tribunale, attendendo l’esito dell’ultima udienza del processo di primo grado sul caso Gambirasio, la 13enne scomparsa da Brembate il 26 novembre 2010. L’unico imputato del processo resta Massimo Bossetti che ha rilasciato alcune dichiarazioni spontanee.

Aula strapiena, Bossetti comincia a parlare, “sarò un ignorante, ma non sono un assassino“. Il muratore bergamasco aggiunge poi “non vedevo l’ora che arrivasse questo giorno per raccontarvi chi è Massimo Bossetti“. Ultimo tentativo per Bossetti di scagionarsi e convincere i giudici della sua innocenza. Ma come si è arrivati a questa giornata? Dopo la scomparsa di Yara nel 2010, partono le affannose ricerche. La speranza muore un giorno di Febbraio, quando un appassionato di modellismo scopre il corpo della 13enne tra le erbacce di Chignolo.

In laboratorio appare però una traccia genetica: sui leggins e sugli slip, in coincidenza con uno dei tanti tagli inferti dall’assassino. Il dna è maschile, chiamato  “Ignoto 1”. La vera identità è però confusa, la traccia è somigliante a quella di Damiano Guerinoni. A questo punto gli inquirenti scavano nella famiglia dell’uomo, arrivando a Giuseppe Guerinoni. Secondo la scientifica è il padre di colui che ha lasciato la traccia sulla piccola Yara. Guerinoni ha due figli, totalmente estranei al delitto. A questo punto è chiaro, l’uomo potrebbe avere un figlio illegittimo. Due anni di indagini che portano al nome di Massimo Bossetti, colui che ora siede sul banco degli imputati.

android nougat

Aggiornamento Android 7.0 Nougat: niente Nutella, svelato il nome del nuovo sistema operativo

Georgette Polizzi e il fidanzato Davide

Temptation Island 3: Georgette, Davide e Ludovica ecco cosa hanno scoperto i fan