in ,

Caso Yara: la doppia vita di Bossetti tra discoteche, lampade e assenze in cantiere

Non è solo casa e lavoro la vita di Massimo Giuseppe Bossetti, presunto assassino di Yara Gambirasio rispondente al dna di “Ignoto 1”. O almeno è quello che emerge giorno dopo giorno dal duro lavoro degli inquirenti, che stanno provando a ricostruire la quotidianità del muratore di Mapello, prima che diventasse il principale indagato per l’assassino di Yara. Tutti dettagli scoperti dagli investigatori e mai rivelati da Bossetti, che si è sempre definito un uomo dedito alla famiglia e al lavoro e restio alla vita mondana.

yara gambirasio massimo giuseppe bossetti

Pare che Massimo Giuseppe Bossetti fosse un assiduo frequentatore di discoteche, ed in particolare di un discopub della Bassa Bergamasca, spinto dalla passione per i balli latino- americani. A ciò si aggiunge anche il fatto che il muratore frequentasse almeno due volte a settimane un centro estetico di Brembate Sopra, come indicato dalla proprietaria. Sebbene Bossetti abbia sempre raccontato di abbronzarsi in cantiere, in realtà egli era solito fare numerose lampade abbronzanti proprio in questo centro estetico, peraltro sito a poca distanza dalla casa di Yara Gambirasio.

Secondo quanto emerso dalle testimonianze dei colleghi di cantiere, Massimo Giuseppe Bossetti si assentava spesso dal lavoro. “Qualche volta Bossetti ci diceva che aveva da fare e se ne andava, spariva dal cantiere e no, non sappiamo dove. Uno di noi l’aveva soprannominato ‘il caciabale’ o qualche cosa del genere“, ha dichiarato un collega su Repubblica. Tutti particolari di un vita che, se non fosse stata nascosta proprio da Bossetti, non avrebbe nessuna parvenza di stranezza. Eppure, alla luce delle omissioni del muratore di Mapello, le sue assenze da lavoro e la sua doppia vita non possono che destare nuovi sospetti…

Written by Rosaria Cucinella

Nata nella ridente Sicilia, 21 anni e tanta passione per la scrittura ed il giornalismo online. Amo la cucina, la primavera, i red carpet della gente famosa e i film d'azione. Mi piace la moda ma paradossalmente non amo seguirla: la lunaticità comanda anche il mio stile...

666 park avenue locandina

666 Park Avenue, parte su Italia 1 la serie tv che ha provato a rilanciare l’horror

obesità da lavoro

Ecco una lista di lavori che fanno ingrassare