in ,

Caso Yara: Massimo Bossetti cambia avvocati e strategia difensiva? Clamorosa indiscrezione

Il 27 settembre sono state depositate le motivazioni della sentenza di condanna in primo grado a carico di Massimo Bossetti, il muratore bergamasco ritenuto unico responsabile dell’omicidio della piccola Yara Gambirasio, avvenuto il 26 novembre 2010 a Brembate e condannato dai giudici della Corte d’assise di Bergamo al carcere a vita.

Come già UrbanPost vi aveva anticipato qualche settimana fa, indiscrezioni giornalistiche sempre più insistenti, e di cui fa menzione sulle pagine del settimanale Giallo anche la criminologa Roberta Bruzzone, parlano di “pesanti malumori tra i familiari dell’imputato”, che lo hanno sempre difeso a spada tratta, dicendosi fermamente convinti della sua innocenza. La madre e la sorella gemella di Bossetti, rispettivamente Ester Arzuffi e Laura Letizia, infatti, avrebbero manifestato non pochi dubbi sull’efficacia della strategia difensiva portata avanti dai legali di Bossetti, Claudio Salvagni e Paolo Camporini, tanto da avere dato incarico a nuovi consulenti di cercare possibili ‘piste alternative’ sul delitto che possano scagionare il carpentiere in vista del processo d’appello che sarà celebrato nel 2017.

CONDANNA BOSSETTI MOTIVAZIONI SENTENZA: LEGGI L’INTERVISTA ESCLUSIVA DI URBANPOST ALL’AVVOCATO CLAUDIO SALVAGNI

Si parlerebbe addirittura della possibilità che Massimo Bossetti cambi per intero il suo team difensivo, avvocati compresi, in quanto se il medesimo scenario della vicenda omicidiaria venisse riconfermato in appello, difficilmente Bossetti potrebbe sperare in uno sconto di pena o, addirittura, nell’assoluzione. Per la criminologa Bruzzone, infatti, solamente una piena confessione da parte dell’imputato potrebbe aprire uno spiraglio e portare, nel processo d’appello, ad una riduzione della sua condanna che, lo ricordiamo, è stata quella massima prevista: l’ergastolo.

“Alla luce di quanto sostenuto sino ad ora dagli attuali difensori di Bossetti” – scrive a tal riguardo la Bruzzone su Giallo – “mi sembra davvero improbabile che, mantenendo l’incarico possano dare una simile ‘sterzata’ (l’alleggerimento della condanna ndr) alla strategia difensiva ‘negazionista’ adottata fino a questo momento”.

Ultimi sondaggi elettorali

Matteo Renzi a “In 1/2 ora”, costi politica: indennità parlamentari in base a presenze effettive

black friday cos'è origini

Black Friday 2016: cos’è e origine del “Venerdì nero” dello shopping