in

Caso Yara: Massimo Bossetti conosce il nome dell’assassino? Clamorose rivelazioni della sorella

Omicidio Yara Gambirasio: Massimo Bossetti è a conoscenza del nome del killer della 13enne di Brembate? Lo ha insinuato sua sorella gemella, Laura Letizia, in un’intervista al settimanale Oggi. La notizia arriva a pochi giorni della dura lettera di sfogo che attraverso il suo legale, Claudio Salvagni, il muratore di Mapello ha fatto pervenire a Quarto Grado, in cui si rivolge ai “veri assassini” di Yara invitandoli a vergognarsi e costituirsi alle forze dell’ordine. “Vergognatevi! Non avete diritto alla vita”, si legge in uno stralcio della missiva, “essendo ancora a piede libero continuano a ridere di me e della Giustizia. Ma se hanno un briciolo di rimorso, dopo tutto quello che hanno fatto e che continuano a fare, dovrebbero solo fare una vera cosa: consegnarsi alle autorità competenti invece di continuare a rovinarmi la vita e vedermi marcire in questo maledetto inferno che per niente mi dovrebbe appartenere […] Chiunque tu sia, o voi siate, vergognati o vergognatevi nel più profondo delle vostre anime, non meritate di vivere in questa società”.

caso yara news quarto grado

Massimo Bossetti conosce il nome del vero killer di Yara?

Ebbene, sua sorella Laura, ha interpretato così quella lettera: “Appena l’ho letta ho pensato che Massimo la verità l’abbia conosciuta in questi anni in carcere… Che qualcosa di importante stesse succedendo l’avevo intuito durante le ultime visite in carcere. Dopo la morte della mamma, alla quale lui era legatissimo, mi aspettavo di trovare mio fratello in uno stato di totale prostrazione. E invece era strano, nervoso, irascibile, inquieto, aggressivo come se dentro avesse qualcosa che lo tormentava ma non potesse  farmelo sapere. Forse tutta la verità l’ha scoperta proprio nelle ultime settimane”.

Leggi anche: Massimo Bossetti news Quarto Grado, lettera-appello agli assassini di Yara Gambirasio: “Vergognatevi!”

caso yara cadavere foto satellitare

Bossetti sorella: clamorose dichiarazioni a pochi mesi dalla Cassazione

Posto per ipotesi che le cose stiano davvero così, per quale ragione Massimo Bossetti non rivelerebbe l’identità del vero killer di Yara? “Un messaggio chiaro l’ha mandato”, ha detto la sorella del carpentiere, condannato anche in Appello all’ergastolo e in attesa della sentenza della Cassazione, che arriverà ad ottobre prossimo, “Adesso forse aspetta che qualcuno risponda, che faccia una mossa. Perché sa bene che rischia la vita anche in carcere. E se avesse paura non solo per sé, ma anche e soprattutto per la sua famiglia?”.

 

 

 

 

Le Grandi Opere dell’Arte: “Il Giardino delle Delizie” di Hieronymus Bosch

Alzate donna scomparsa news: Cinzia è viva? Nuova segnalazione, ecco dove