in ,

Caso Yara: Massimo Bossetti inchiodato da uno scontrino che smonta la sua versione

Spunta una nuova prova a carico di Massimo Bossetti, il muratore 40enne, unico indagato per il caso di Yara Gambirasio, la 13enne di Brembate di Sopra scomparsa il 26 novembre 2010. I carabinieri del Ros hanno rintracciato una fattura, appartenente al Bossetti, che comproverebbe la sua presenza sul campo in cui è stato ritrovato il corpo della ragazza, due settimane dopo l’efferato delitto.

Questa non è l’unica menzogna che Massimo Bossetti ha raccontato al pm: durante le sue dichiarazioni l’uomo ha raccontato che il giorno della scomparsa della ragazza lui era andato a lavoro e poi era passato davanti alla palestra. Secondo le verifiche investigative degli inquirenti che stanno indagando sul caso di Yara, Bossetti quel giorno non sarebbe andato nel cantiere.

Fiorentina news

Fiorentina-Sassuolo probabili formazioni quarta giornata di Serie A

Pirlo los angeles

Calciomercato Juventus: Andrea Pirlo verso gli Usa?