in ,

Caso Yara, Massimo Bossetti lettera dal carcere: dure accuse alla stampa

Massimo Bossetti è su tutte le furie, non accetta più passivamente e in silenzio la sua condizione di carcerato sotto processo. Se infatti il muratore di Mapello, accusato dell’omicidio di Yara Gambirasio, avvenuto a Brembate il 26 novembre 2010, da sempre si proclama innocente, ora passa all’azione, mettendo nero su bianco i suoi pensieri.

Il 45enne bergamasco, dopo la lettera indirizzata ai genitori della ginnasta, che sarà loro recapitata solo a fine processo, ha scritto un’altra missiva, fatta recapitare alla redazione del settimanale Oggi. “Vuole sapere come sto veramente? Da schifo!!! Con una dignità completamente distrutta, continuamente stuprata dai media, e tutti i giorni, mesi e forse anni trascorsi
ingiustamente in questa cella per i loro dannati sbagli” – scrive Bossetti dal carcere, in preda all’ira – “Chi mi ridarebbe la vita, famiglia
e dignità che totalmente mi hanno distrutto?? Sto terribilmente soffrendo per tutta questa lontananza dal mio amore Marita e i miei fantastici adorabili cuccioli, tutto perché al giorno d’oggi essere innocente si diventa
altamente scomodo per tanti altri”.

Bossetti denuncia la mancanza di rispetto da parte della stampa nei confronti suoi e della sua famiglia, la cui dignità umana sarebbe stata calpestata in ogni modo. L’indagato chiama poi in causa il tanto discusso filmato del suo arresto, oggetto di polemiche perché diffuso da tutti i mezzi di stampa: “Dopo aver visto uno straziante, indegno, vergognoso video sul mio arresto, penso che non ci sia altro da dirvi visto le modalità che un italiano viene trattato nella maniera più indegna, schifosa, vergognosa, fattomi inginocchiare davanti al mondo intero come se fossi un latitante mafioso e non invece un semplice cittadino nel potersi rendere utile guadagnando la propria giornata di lavoro per interesse familiare… questa è una vergogna nella vergogna”.

A chiudere la lettera un post scriptum rivolto al padre, morto la notte di Natale dopo una lunga malattia: “Sono in piena sofferenza per la morte di mio padre… Sono totalmente distrutto per questo, e mi mancherà moltissimo! Papà mi manchi da morire”.

Bargnani San Antonio Spurs

Basket, Olimpia Milano sogna Andrea Bargnani: il Mago torna in Italia?

riforma pensioni 2017 pensione anticipata e cumulo gratuito

Riforma pensioni 2016 ultime novità: flessibilità e pensione anticipata universale per evitare disparità tra i lavoratori