in

Caso Yara: Massimo Bossetti nuova pista su “una persona che la sera del delitto si trovava a Brembate”

Omicidio Yara Gambirasio: Massimo Bossetti ha scritto una lettera dal carcere e ha fatto in modo, attraverso il suo avvocato Claudio Salvagni, che venisse resa nota a mezzo stampa. La missiva, scritta di su pugno, è rivolta alla madre Ester Arzuffi deceduta un anno fa a causa di un male improvviso e incurabile. “Cara mamma, insieme abbiamo camminato mano nella mano lungo il percorso più bello della nostra vita, poi il destino ci ha separato, ma non sarà per sempre, perché nulla è per sempre”, inizia così la lettera diffusa giovedì sera durante la trasmissione ‘Iceberg Lombardia’ su Telelombardia.

caso yara news

Bossetti scrive alla madre morta: parole struggenti

“Un giorno ti raggiungerò” – continua Bossetti – “per riprendere insieme a papà ancora uniti la nostra strada della vita eterna. Coraggiosa e battagliera come solo tu sapevi essere, nonostante le tue problematiche di salute, il progredirsi del male, hai affrontato la malattia con un’immensa forza. La stessa forza che tu e papà, ‘I miei angeli’, dall’alto dei cieli mi date per combattere, resistere e riuscire a superare a vostra mancanza. Grazie per l’amore, la gioia e la speranza che continuamente mi davi. Il tuo ricordo, il tuo sorriso, ogni giorno riscaldano il mio cuore. Mai dimenticherò il tuo ultimo respiro, in fondo era anche il mio. Con infinito amore, il tuo Massy”.

caso yara news madre bossetti

Caso Yara nuova pista alternativa porta ad “una persona che la sera del delitto si trovava a Brembate”

La difesa del muratore di Mapello, che si professa innocente ed è stato condannato in via definitiva all’ergastolo, mira alla revisione del processo. A tal riguardo sta compiendo nuove indagini; Salvagni ospite della succitata trasmissione televisiva ha confermato l’esistenza di “tre precise piste molto interessanti.”. Tra tutte una che porterebbe all’estero e riguarderebbe “una persona che la sera del delitto si trovava a Brembate, ma che vive all’estero”. C’è ancora da fare ma l’obiettivo è arrivare alla revisione del processo. Salvagni non si è sbilanciato oltre ma è apparso ottimista sui nuovi elementi in mano al pool difensivo di cui fa parte.

Leggi anche: Caso Yara, Massimo Bossetti il nuovo progetto in carcere: lo conferma il suo avvocato

massimo bossetti motivazioni sentenza appello

 

Guerrina Piscaglia cadavere: terrificante indiscrezione, lo rivelano i familiari

Maria Monsè senza freni su Instagram: in perizoma inginocchiata su un fungo gigante, la provocazione è servita! (FOTO)