in ,

Caso Yara: Massimo Bossetti scrive una lettera ai genitori della ginnasta

“Sarà consegnata alla fine del processo” la lettera che Massimo Bossetti, carpentiere bergamasco 45enne incriminato con l’accusa di avere ucciso Yara Gambirasio, il 26 novembre 2010, ha scritto ai genitori della giovane ginnasta di Brembate Sopra.

Lo scritto sarebbe contenuto in un plico sigillato ed ora in possesso di Claudio Salvagni, uno dei legali difensori del muratore, il quale ha dichiarato di non essere a conoscenza del contenuto della lettera, che sarà consegnata ai destinatari, Maura e Fulvio Gambirasio, solo alla fine del dibattimento in corso a Bergamo.

Le dichiarazioni del legale di Bossetti sono giunte dopo la brusca interruzione dell’udienza (la 22esima) in corso ieri, rinviata al 15 gennaio prossimo per volontà del presidente della Corte d’Assise, Antonella Bertoja, in seguito alla accesa rissa verbale che ha avuto luogo ieri in Aula tra l’avvocato Salvagni e l’avvocato Enrico Pelillo, difensore di parte civile, dopo che il pm Letizia Ruggeri aveva messo in discussione la professionalità di Ezio Denti, consulente della difesa di Bossetti chiamato ieri a testimoniare in merito alla perizia di parte sul furgone ripreso dalle telecamere che secondo l’accusa inchioderebbe l’imputato.

Garcia esonero

Calciomercato Roma news, Garcia si gioca tutto: Roma – Milan potrebbe riportare Spalletti nella capitale

pensioni lavoratori precoci manifestazione a Roma 11 maggio

Riforma pensioni 2016 ultime novità: i lavoratori precoci si battono per la Quota 41, l’Inps propone il reddito minimo