in ,

Caso Yara news: al processo anche i presunti tradimenti della moglie di Bossetti

Sarebbe la presunta crisi di coppia tra Massimo Bossetti e Marita comi, stando all’accusa, il movente del delitto di Yara Gambirasio. Il tema è stato accennato durante la scorsa udienza, e sarà ampiamente sviscerato nelle prossime, quando sarà chiamata a testimoniare la moglie del carpentiere di Mapello accusato del delitto della ginnasta.

La donna, secondo il quadro accusatorio, avrebbe avuto con il marito un rapporto tutt’altro che idilliaco nel periodo precedente e successivo all’omicidio di Yara, il che lascerebbe supporre che l’indagato – sulla cui cronologia del pc sono state rinvenute chiavi di ricerca con parole dall’inequivocabile rimando sessuale – sia stato spinto da irrefrenabile attrazione per le ragazzine. “L’insoddisfazione per la vita coniugale può aver spinto Bossetti a cercare alternative”, ha detto in aula, suscitando l’obiezione della difesa, il pm Letizia Ruggeri.

La crisi di coppia, sempre secondo l’accusa, sarebbe provata anche da due presunte relazioni extraconiugali della donna, prima e dopo il delitto: i rapporti “non costantemente armoniosi”, ha sostenuto il pm, “sono testimoniati da periodi di assenza di comunicazioni telefoniche, anche nei giorni a cavallo del delitto” tra l’imputato e la moglie. La Corte si è tuttavia riservata di decidere sulla eventualità di chiamare a testimoniare in aula i due presunti amanti di Marita Comi, certo è che questo presunto movente del delitto sarà tenacemente contestato in aula dai difensori di Massimo Bossetti, Salvagni e Camporini.

la prova del cuoco ricette

Ricette La prova del cuoco: verdure ripiene di Anna Moroni

Vacanze al mare ottobre 2015: le migliori offerte last minute

Vacanze al mare ottobre 2015: le migliori offerte last minute