in ,

Caso Yara news, la moglie di Bossetti ha mentito? La prova in un’intercettazione

Marita Comi ospite a Matrix ha difeso a spada tratta il marito, accusato di avere seviziato e ucciso Yara Gambirasio la sera del 26 ottobre 2010. Secondo quanto riportato dal settimanale Giallo, tuttavia, le sue parole striderebbero non poco con quelle rivolte al marito durante uno dei tanti colloqui avuti in carcere, puntualmente intercettati dagli inquirenti. A Luca Telese il primo aprile la signora Bossetti ha dichiarato: “Sono sicura che quella sera Massi fosse a casa insieme a me”.

Perché, allora, Marita nelle conversazioni in carcere dice al coniuge, incalzandolo: “Massimo, io non ho mai saputo dov’eri quella sera: eravamo arrabbiati!”. Marita ha mentito di fronte alle telecamere, quindi? La donna non interagì con Bossetti nei giorni tra il 21 e il 28 novembre. Nessuna telefonata né sms tra marito e moglie in quel periodo. Un dettaglio anomalo (i coniugi erano infatti soliti sentirsi al telefono tutti i giorni) e nel contempo importante, questo, contenuto nelle 60mila pagine del faldone dell’inchiesta sull’omicidio di Yara Gambirasio e che, secondo quanto si legge nelle pagine di Giallo, rafforzerebbe la tesi che vedrebbe Marita impossibilitata a fornire un alibi fondato ed inattaccabile al marito.

È lo stesso Bossetti tra l’altro ad ammettere agli inquirenti nel corso degli interrogatori che nei giorni a cavallo dell’omicidio della ginnasta lui e la moglie non si parlavano. “Sì, è vero, avevamo litigato”, queste le parole del carpentiere. Si fa sempre più controverso e contraddittorio – alla luce dei fatti – il comportamento assunto dalla moglie di Bossetti, una moglie e madre che cerca con tutte le sue forze di tenere in piedi la sua famiglia e si sforza di credere alle parole di un uomo sul quale grava la più terribile delle accuse.

dieta pancia piatta

Cellulite, 5 rimedi efficaci fai da te tra tisane e impacchi naturali

Calciomercato Milan Kakà

Calciomercato Milan, Kakà consiglia Galliani: “Prendi Molino”