in ,

Caso Yara news processo: oggi 27esima udienza, tutti gli aggiornamenti

In corso presso il tribunale di Bergamo la 27^ udienza del processo per l’omicidio di Yara Gambirasio a carico di Massimo Bossetti. In aula oggi il controesame del pm, Letizia Ruggeri, a Marzio Capra, genetista forense facente parte del team difensivo dell’imputato, che aveva deposto durante l’udienza del 3 febbraio scorso.

Capra con la sua perizia di parte aveva contestato i metodi scientifici utilizzati dagli inquirenti, e ritenuta “prova processuale incompleta” e dunque “non valida” quella del Dna a carico del muratore. Toni accesi e tesi, dunque, anche oggi in udienza: muro contro muro tra pm e teste, a tal punto che Capra, alzando la voce, ha protestato chiedendo che la sua professionalità non venisse messa in dubbio. Il genetista ha poi chiesto perché non sia stata fatta un’indagine approfondita sugli altri profili genetici rinvenuti sul corpo della vittima, in primis quello sul guanto della ginnasta, meritevole a suo dire di maggiori accertamenti.

Prima di quello a Marzio Capra, ha avuto luogo il controesame a Sarah Gino, medico legale e genetista, anche lei consulente della difesa di Bossetti, che ha evidenziato come sotto la felpa di Yara ci fossero formazioni pilifere che non potevano essere ivi trasportate dopo l’omicidio, e che dunque, nonostante gli undici profili genetici isolati fossero significativi, la Procura li avrebbe trascurati.

Durante la mattinata si è inoltre appreso in aula che la famiglia Bossetti nell’estate 2014 commissionò privatamente ad un laboratorio di analisi dell’Università di Torino la comparazione del Dna di Massimo Bossetti con quello di Giuseppe Guerinoni, ricevendo conferma di quanto trapelato dall’inchiesta, ovvero che l’autista di Gorno morto nel 2009 è il padre biologico del muratore di Mapello.

Locandina film Dalton Trumbo

Dalton Trumbo recensione, quando gli Usa si fecero aggirare da degli pseudonimi

Juventus nuovo logo

Lavorare con la Juventus, posizioni aperte a Torino: ecco come candidarsi