in ,

Caso Yara news processo: perito difesa contesta lavoro del Ris su fibre furgone Bossetti

È in corso in tribunale a Bergamo un’altra udienza del processo a carico di Massimo Bossetti, il muratore di Mapello in carcere dal 16 giugno 2014 con l’accusa di avere ucciso la tredicenne di Brembate, Yara Gambirasio, il 26 novembre 2010.

In aula è in corso la deposizione di Vittorio Cianci, tecnico della difesa del carpentiere, esperto di analisi tessili e iscritto all’albo dei periti tessili del Tribunale di Treviso; al centro del dibattito dell’udienza odierna le sue argomentazioni finalizzate a smantellare il lavoro del Ris nell’acquisizione delle fibre dai sedili del furgone Iveco Daily dell’imputato, che ha portato la Procura a ritenerle compatibili con i filamenti colorati rinvenuti sui leggings della vittima.

Il teste ha contestato il modus operandi degli inquirenti, ritenendo che sia impossibile, alla luce del lavoro svolto, asserire con assoluta certezza che le fibre in oggetto siano compatibili con quelle rinvenute sul corpo della 13enne di Brembate: Secondo l’ingegnere, nei confronti del quale prima della pausa pranzo era iniziato il contro esame da parte del pm Letizia Ruggeri, “per le fibre del furgone non è stato usato un microscopio con ingrandimento di 500 volte, ma solo a 100 volte”, di contro, per l’analisi degli abiti della vittima invece sarebbe stato utilizzato a 500.

A dibattito concluso, spetterà dunque alla Corte decidere se richiedere una ulteriore perizia super partes che chiarisca eventuali dubbi sulla compatibilità delle fibre tessili in oggetto.

astrosamantha film samanta cristoforetti

Astrosamantha, un film evento celebra la donna dei record nello spazio (trailer)

c'è posta per te 2016

C’è posta per Te 2016 anticipazioni puntata 30 gennaio: Stefano Accorsi ospite